mercoledì 21 marzo 2018

L’ITALIA CEREBROLESA, INFETTA, AFFETTA DAL MORBO DELLA SCIMMIA, SI E’ STRETTA…


Ansa Notizie: “Manifestazioni, spettacoli, eventi: l'Italia si è stretta intorno alle donne per dire 'no' alla violenza. Una giornata di denunce e cortei ma anche un momento di sostanziale concordia nel Paese per un tema che, una volta tanto, sembra non dividere. "Siamo di fronte a un fenomeno oscuro (?) e incomprensibile, ad episodi ricorrenti di gravissime violazioni dei diritti umani", ha sottolineato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Non basta denunciare gli episodi di violenza, cosa indispensabile e prioritaria, ma bisogna impegnarsi a rimuovere le cause e le condizioni", ha spiegato il Capo dello Stato.
"L'Italia civile si unisce per dire basta alla vergogna della violenza sulle donne", è stato il messaggio via Twitter del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. A Roma la manifestazione più imponente con la partecipazione, secondo le organizzatrici ("Non una di meno") di 150mila persone. Slogan femministi ma anche un pacchetto di richieste preciso è arrivato dal corteo. In questa manifestazione romana, una festa di partecipazione, qualcuno però sembra essere andato un po' oltre. E' lo stesso account twitter delle promotrici a riferire di un cartello con su scritto "poliziotti stupratori". Secondo quanto si è appreso, era affisso a un furgone. Durante la manifestazione le forze dell'ordine hanno identificato alcune partecipanti, anche in relazione a questo cartello esposto. Diversi gli attacchi scanditi dalle manifestanti che hanno preso di mira dal governo alla religione. Clima diverso alla Camera dove la presidente Laura Boldrini ha ospitato un evento con 1.300 donne. "Sbaglia chi pensa che la violenza sia una questione che riguarda esclusivamente le donne. No, riguarda tutto il Paese e sfregia la nostra comunità", ha detto la Boldrini.
E dal Parlamento è arrivato un segnale concreto: il via libera all'unanimità al fondo per gli orfani di femminicidio, con una dotazione di due milioni e mezzo l'anno per il triennio 2018-2020. L'emendamento alla legge di bilancio presentato da Francesca Puglisi (Pd) ha trovato in commissione Bilancio del Senato il voto favorevole di tutti i gruppi. "Abbiamo cercato, con tutte le forze dello Stato, di impegnarci insieme per il nuovo piano contro la violenza sulle donne: il piano, che sarà valido nei prossimi tre anni, avrà come risorsa 33 milioni all'anno", ha annunciato invece alla Leopolda il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, sul palco insieme a Lucia Annibali, l'avvocatessa che l'ex fidanzato fece sfregiare con l'acido da due sicari, ora consulente del governo per le pari opportunità. "Nel piano abbiamo puntato molto anche sulla strategia della prevenzione - ha aggiunto Boschi - e la migliore prevenzione è l'educazione". Sulla formazione dei giovani punta anche Telefono Rosa che ha scelto di celebrare la giornata con gli studenti dei licei romani, portando la testimonianza di un'attivista mauritana, dove le donne subiscono anche la schiavitù. "Il ruolo cruciale del sistema educativo" per combattere la violenza è stato sottolineato anche dal ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. "Abbiamo numeri da guerra. Il femminicidio è l'epifenomeno di una situazione terrificante", ha commentato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Mentre la Chiesa, con il cardinale Gianfranco Ravasi, fa autocritica, ma allo stesso tempo scimmiescamente invita, sono le parole di mons. Vincenzo Paglia, a non risolvere la questione mettendo in contrapposizione uomini e donne simulate, cioè maschi e femmine primate, proscimmia cerebrolesa. Anche per il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, "è una battaglia di civiltà che deve unire tutti, uomini e donne". Tra le manifestazioni, le scarpette rosse fuori dal carcere di Ascoli o le panchine dello stesso colore a Bergamo. Una dedicata a Yara Gambirasio”.
Quanto sopra importa il non fare niente di niente  per eliminare la violenza sistematica contro la donna
– il che significa incrementarla –  nelle varie comunità nazionali dell’a e del per delinquere, giacché sono queste comunità incivili, affette dalle più gravi forme del morbo della scimmia,  che scelleratamente la cospirano, la coltivano, la producono e la manifestano, per cui soltanto il Governo creativo, educativo e terapeutico della Vita della Madre e del Figlio, è in grado di risolvere il problema.
Emblematica è la violenza sessuale che ha luogo nei campus statunitensi, quale  prodotto perverso caratteristico della società planetaria delle scimmie complesse cerebrolese, figlia di istituzioni criminali permissive che nel corso degli ultimi decenni Usa, non solo hanno chiuso un occhio, ma hanno concesso l’aumento dei fattori che facilitano lo stupro tra gli adolescenti nei college.
La violenza delle università statunitensi contro le adolescenti, si  è criminosamente nascosta e tutt’ora sempre più perniciosa e diffusa vige tra il sipario della tradizione, facendo capolino solo allo spegnersi delle luci nei campus universitari.
L’abuso violento prospera e spadroneggia nel perfetto terreno di caccia dei campus che si crea nelle feste fuori controllo, disumanizzanti, proscimmia cerebrolesa,  organizzate per mezzo delle confraternite dalle Università, le quali tramite le confraternite primate, proscimmia cerebrolesa, incassano milioni di dollari – rispetto ai quali, il punto interrogativo (?) sull’origine del fenomeno qui chiaramente e dettagliatamente illustrato e le iniziative economiche italiane farebbero semplicemente ridere, se anche solo per un momento dimenticassimo le lacrime e il dolore lacerante delle adolescenti, stuprate nel corpo e nell’anima – Università che peraltro  manifestano le caratteristiche proprie di società d’affari primate, proscimmia cerebrolesa, le quali Università, anziché di luoghi accademici umani di preparazione e addestramento professionale e di scambio culturale umano, evincono la fonte e l’origine della violenza sistematica manifesta, a causa del morbo, contro la donna, di cui i vertici governativi, amministrativi  ed educativi universitari statunitensi, fiancheggiati dai vertici generali politici degli Usa, risultano i promotori, i mandanti  e i responsabili,  dal Presidente Trump fino all’ultimo lacchè dei suddetti, anzidetti, predetti vertici primati,  proscimmia cerebrolesa, infetta,  affetta dal morbo, la morte del cervello, che solo e soltanto il Governo creativo, educativo e terapeutico  della Vita della Madre e del Figlio, è in grado di guarire.
Attenzione! Giudizio universale. Apocalisse Ultimo Atto. Permane il sollecito della Regina Madre Iddio alle dimissioni dei vertici dello status quo planetario criminale!


ARTISTIC BACKGROUND. MUSIC AND VISUAL ARTS

 

Ai Vertici dello status quo criminale planetario:
DIMETTERSI!!!
(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI   – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by STORIA DELLA VITA, Collezione Opere di Cultura dell’Universo, Cultura umana, Cultura della Scienza assoluta dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario della Vita umana/Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni della Nuova Terra/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra. Centro biologico operativo,  Sede provvisoria operativa del Principe Regnante e delle Virgo fidelis Principesse Valchirie del Divino Corpo della Regina Madre Iddio, La Suprema Entità Divina, La Madre Che Vive, la Raggiante Madre, La Vita, Virgo fidelis Principesse valchirie dell’Avanguardia del Regno dei Cieli spose collaboratrici assistenti dell’Unigenito Principe dell’Universo e della Nuova Terra, il Regnante.  Città del Sole, Città dell’Universo sulla Terra, il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.            
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte.
N.B. La Collezione delle Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa, già Esposizione Storica di Opere non reperibili in commercio, di cui Sergio Valli quale fondatore della Cultura dell’Universo, la Cultura della Scienza  assoluta dell’Universo, il Vangelo Che Vive, la Cultura cristiana, la Cultura umana sulla Terra,  è l’unico Ideatore, Divulgatore e Reggitore dell’omonima Scuola Sapienziale, risulta di recente entrata a far parte del Settore delle Pubblicazioni insolite e rare, disponibili per i Collezionisti di Opere d’Arte e per Studi universitari di ricerca superiore avanzata.
Poeta – scrittore, poeta, prosatore, narratore  e saggista – dell’Oltre dello spazio e del tempo, Prosieguo spaziale e temporale di tutti i tempi dell’alfa e dell’omega, Sergio Valli scavalca in avanti e comincia da dove ogni altro scritto e scrittore finisce.
Dal Profilo letterario, professionale, artistico politico e scientifico di Sergio Valli: “In un primo tempo da impiegare nei servizi collaborativi di assistenza e segreteria che necessitano al nostro lavoro in questa nostra Opera universale da compiere liberamente e senza limiti in favore dell’umanità, Uomo e Figlio dell’Uomo, l’Etero, il Virile, incarnazione della Scienza assoluta dell’Universo, Incarnazione dello Scibile umano e dell’umanità, Unigenito Principe dell’Universo, Unigenito Principe dello Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni della Nuova Terra, Unigenito Principe dell’Universo e della Nuova Terra, l’Umanizzatore, il Regnante, incarnazione della Scienza assoluta dell’Universo e della Nuova Terra, Popolo,  Anima e Voce del Popolo e di tutti i Popoli della Terra e dell’Universo, recluto Valchirie per l’Avanguardia del Regno dei Cieli”)


  

Nessun commento:

Posta un commento