venerdì 2 giugno 2017

PROSIEGUO NELL’OLTRE, FUORI DALLE CATACOMBE. ROMA: CAPUT MUNDI, LA TRE VOLTE CAPITALE, LA CITTA’ DEL SOLE, CITTA’ DELL’UNIVERSO SULLA TERRA. IN ATTESA DI UDIRE SU TUTTA LA TERRA IL SUONO FESTOSO VITTORIOSO LIBERATORE DELLE CAMPANE DELLA VITA. ATTO SECONDO…




ADELE
Non ci risulta che le sia mai stato diagnosticato un deficit di attenzione, a causa del quale si era adesso scatenata nell’intento di concentrarsi e mettersi in mostra, ponendosi, al nostro fianco, alla guida del mondo. Ma forse, se le fosse stato invece diagnosticato, era sicuramente questo il modo per mettere i puntini sulle “i” allo scopo di dimostrare quanto i dottori, per usare il suo linguaggio assai colorito, “non capissero un cazzo”.
D’altra parte non c’era molto di definitivo o di definitibile in lei, cominciando dalla sua capigliatura. Il colore  ci aveva ingannato. Biondo oro.  Ma  che ora  scoprivamo mescolarsi con i riflessi solari fino ad accendersi di rosso fuoco. Lunghi capelli biondi.  Lunghi capelli rossi. Lunghi capelli dorati. Lunghi capelli rosso fuoco. Lunghi capelli biondi e rossi e/o rossi e biondi, a seconda del percorso della luce del  giorno.  
E, nell’ombra, nell’oscurità seppure sfumata, tenue e nebbiosa della notte, la lunga capigliatura sembrava le si accorciasse assumendo il colore scuro delle donne brune e così i suoi occhi, sebbene questa trasformazione misteriosa non durasse che pochi istanti oltre il dominio dell’oscurità svanendo al ritorno della luce.   
 Ma il suo mondo era il giorno. Quell’abbronzata figura dai capelli dorati e rosso fuoco  rivestita in una lunga veste blu da vestale del mare, dal passo felpato, elegante  e aggraziato che avanzava con aria fiera e maestosa da azzurra principessa dei cieli,  gli occhi fiammeggianti, senza mai voltarsi indietro. Occhi azzurri, occhi di smeraldo, occhi di gemma di mare.  
 Le spiagge incorniciavano baie verde-blu  distese come sabbiose dune desertiche che si facevano schiumose sulla battigia nel primo incontro con l’acqua, sotto lo scintillio dorato e gli splenditi colori del sole della prima primavera, i lunghi capelli a tratti sconvolti dal vento impetuoso di maestrale.
La nostra eroina ha davvero colpito nel centro, ha incuriosito tantissimo e ci è stato chiesto da più parti chi veramente ella sia, da dove provenga, da dove è uscita fuori e com’è che  si è inserita  così felicemente nella Cultura dell’Universo e nella Rubrica d’Informazione avanzata “Notizie dall’Universo e Dintorni”.   
(Continua)

(Musica di sottofondo.
“NESSUN DORMA”
Giacomo Puccini: Turandot)
'IN ADDITION, OUT OF THE CATACOMBS. ROMA CAPUT MUNDI, THE THREE TIMES CAPITAL, THE CITY OF THE SUN, CITY OF THE UNIVERSE ON EARTH. WAITING TO HEAR ON THE WHOLE EARTH THE JOYFUL SOUND VICTORIOUS DELIVERER OF BELLS OF LIFE. ACT TWO...

ADELE
There is that have ever been diagnosed with attention deficit, because of which he was now unleashed in order to focus and to show, which ranks, alongside us, to lead the world. But maybe if she was instead diagnosed, it was definitely the way to put the dots over the "i" in order to demonstrate how the doctors, to use his language very colorful, "didn't understand a shit."
On the other hand there was not much definitive or definitibile in her, starting with her hair. The color was wrong. Golden blond.  But now we discovered mingle with solar reflections up be lit red. Long blonde hair.  Long red hair. Long golden hair. Fiery red hair. Long blonde hair and red and/or red and blond, depending on the location of the daylight. And, in the shadows, in the dark although nuanced, soft and misty night, the long hair seemed the dark brown women are taking on the color he shortened and so his eyes, although this mysterious transformation not lasted that moments over the domain of darkness fading to the return of the light.   
 But his world was the day. That tanned figure with golden hair and clad in a long blue robe from fiery Red Sea, quiet Paws in Vestal, elegant and graceful advancing air fair and stately by azzurra Princess of heaven, flaming eyes, without ever looking back. Eyes, eyes, eyes of Emerald gem of the sea.  
 The blue-green bays sandy beaches framed desert dunes that stretches like foamy went out on the shoreline in the first encounter with the water, under the Golden glitter and the splendid colours of the Sun of the first spring, the long hair sometimes appalled by the mistral wind.
Our heroine was impressed in the Centre, has intrigued a lot and we have been asked by several parties who really she is, where it came from, where you exit out and how you entered so happily in the culture of the universe and advanced information in the address book "News from the universe and surroundings". And, in the shadows, in the dark although nuanced, soft and misty night, the long hair seemed the dark brown women are taking on the color he shortened and so his eyes, although this mysterious transformation not lasted that moments over the domain of darkness fading to the return of the light.   
 But his world was the day. That tanned figure with golden hair and clad in a long blue robe from fiery Red Sea, quiet Paws in Vestal, elegant and graceful advancing air fair and stately by azzurra Princess of heaven, flaming eyes, without ever looking back. Eyes, eyes, eyes of Emerald gem of the sea.  
 The blue-green bays sandy beaches framed desert dunes that stretches like foamy went out on the shoreline in the first encounter with the water, under the Golden glitter and the splendid colours of the Sun of the first spring, the long hair sometimes appalled by the mistral wind.
Our heroine was impressed in the Centre, has intrigued a lot and we have been asked by several parties who really she is, where it came from, where you exit out and how you entered so happily in the culture of the universe and advanced information in the address book "News from the universe and surroundings".
(Go on)


(Musica di sottofondo.
“NESSUN DORMA”
Giacomo Puccini: Turandot)

(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata –” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario della Vita umana/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra. Centro biologico operativo,   Sede provvisoria operativa del Principe Regnante e del Corpo delle Principesse Valchirie della Regina Madre Iddio, La Suprema Entità Divina, La Madre Che Vive, spose del Principe dell’Universo, il Regnante.  Città del Sole, Città dell’Universo sulla Terra, il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.            
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte.
N.B.La Collezione delle Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa, già Esposizione Storica di Opere non reperibili in commercio, di cui Sergio Valli quale fondatore della Cultura dell’Universo, la Cultura umana sulla Terra, è l’unico Ideatore, Divulgatore e Reggitore dell’omonima Scuola Sapienziale, risulta di recente entrata a far parte del Settore delle Pubblicazioni insolite e rare, disponibili esclusivamente per i Collezionisti di Opere d’Arte e per Studi universitari di ricerca superiore avanzata)     

Nessun commento:

Posta un commento