domenica 1 gennaio 2017

L'APPUNTAMENTO THE APPOINTMENT

                    
 L'APPUNTAMENTO 
Verrò da te in una culla
di amianto.
Nel tuo letto solitario
di fanciulla,
tra le trecce e le chiome
giovenche
della giovinezza,
il tuo corpo di donna scava
in pieghe brevi distese
di lenzuola colorate.

La tua bocca è socchiusa,
i tuoi seni sono turgidi e pieni,
le tue gambe tornite
della pelle di primavera
mi si schiudono,
i tuoi occhi fissano la porta di legno duro
che dirimpetto io ho già aperta
per entrare nella stanza dell'oro.

Mi materializzerò nel tuo letto.
Mi vedrai avvolto dalle tue lenzuola,
vedrai il mio sguardo cacciatore
catturare i tuoi occhi di gazzella,
sentirai il mio corpo nudo
sulla tua pelle.
Tu catturerai il mio fuoco.

Mia vestale,eccomi: sono il dio
del tuo tempio dorato.
Ora vengo a prenderne possesso.
Accresci il mio ardore,sono accanto a te
invisibile e presente,sono l'aria
della tua stanza,il bianco del tuo soffitto,
il brillio del pavimento,i colori di pareti
imperlate di zaffiri.
Verrò da te ogni notte
e al risveglio filtrerò l'oro
del mattino.
Implorami,adorami,
non potrai più fare a meno di me.
Volgerai i tuoi desideri
sui miei occhi di glauchi fondali,
sui miei lunghi capelli dorati
di cenere, sulla mia bocca di fanciullo,
sulle mie mani d'argento vivo,
sul mio splendore di giovane stella.

Ecco: il mio nome è  Lucifero,
la più raggiante stella dei cieli.
Il mio nome è Amore,
sono la linfa caduta sui mondi.

Mi invocherai nelle penombre
di luce lunare.
Ti volgerai a guardarmi
nel vuoto del tuo letto.
Attenderai,fremendo,
che io apparisca
e vorrai che non tramonti mai.

E mi ritroverai,risorto,
ad ogni tuo risveglio.
Incontro convenuto,il giorno,il luogo e l'ora,
al mio nuovo apparire.

THE APPOINTMENT
Will come to you in a crib
of asbestos.
In your lonely bed
of maiden,
between the cables and the crowns
heifers
of youth,
your woman's body digs
In short stretches of folds
of colored sheets.

Your mouth is ajar,
your breasts are swollen and full,
your shapely legs
Spring skin
I hatch,
your eyes stare at the door of hardwood
that opposite I already open
to get into the gold room.

Materializzerò me in your bed.
You will see me engulfed in your sheets,
You'll see my gaze Hunter
capture your eyes of Gazelle,
feel my naked body
on your skin.
You catch my fire.

My Vestal, here I am: I am God
your Golden Temple.
Now I come to possess it.
Increase my ardour, I'm next to you
invisible and present, I am the air
in your room, on your ceiling, white
the floor shimmer, the colors of the walls
with sapphires.
I will come to you every night
and upon awakening be filtering Intel gold am.
Beg me, worship me,
You can't help but me.
You will turn your desires
on my eyes to glaucous backdrops,
on my long golden hair
Ash, on my lips of the child,
on my Silver hands alive,
on my splendor of young star.

Behold: my name is Lucifer,
the most radiant star of heaven.
My name is love,
are the life fall on the worlds.

I call in the shadows
by moonlight.
You will turn to look at me
in the vacuum of your bed.
You will wait, trembling,
that I appear
and expect me to not sunsets ever.

And I'll end up, risen,
every awakening.
Meeting agreed, the date, venue and time,
to my new look.


(S.V. “IL PIANETA DOMANI” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra. Centro Biologico operativo, Città del Sole, il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.         
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)
  















Nessun commento:

Posta un commento