mercoledì 7 dicembre 2016

E IN CHIUSURA DEL CONCERTO DI POESIA D’AMORE


 
 
 
Io l’Etero, l’Unigenito,
l’Uomo e il Figlio dell’Uomo,
il Virile,
il divino Principe dell’azzurro
profondo
e dell’amore profondo,
che a mala pena riesco a trattenere
i miei eccessi sensuali e sessuali,
la mia eccessiva passionalità
e la mia umana divina virilità,
mi vedo ora costretto a suggerirvi,
valchirie del Regno dei Cieli,
di trattenere la vostra eccessiva
passionalità.
In fondo, non ci conosciamo ancora
e anche se quando ci incontreremo
di persona
le nostre campane suoneranno
fragorosamente festosamente
irresistibilmente
per noi,
non sappiamo quando ciò
avverrà,
non sappiamo quando le nostre campane suoneranno davvero
e nel frattempo,
nel frattempo per non coltivare eccessi e delusioni
è forse più prudente attendere gli eventi
invero le decisioni della Madre Iddio,
la Madre Che Vive,
non credete, amori miei, 
mie adorabili valchirie?
Ma ad ogni modo
non posso fare a meno
anche adesso
anche adesso in questo preciso momento
della notte
della nostra notte d’amore
di guardarvi
una per una
e ammirare
anche adesso in questo momento
in questo preciso momento
della notte
della nostra notte d’amore
la tua bellezza giovane argentina semplice carnosa
appetitosa affascinante
e la tua la tua la tua valchiria
la tua bellezza giovane argentina
semplice carnosa appetitosa affascinante
perché tu e tu e tu e tu valchiria
amore mio
mio amore
sei la mia passione
ed io non riesco a controllarmi
e succede come adesso succede
come in questo momento succede
che io eccedo ed esagero 
di dirompente passione 
perchè tu e tu e tu e tu
tu sei la mia donna unica
la mia valchiria unica
il mio amore unico
e ti voglio qui qui qui
tu e tu e tu e tu
all’infinito e nell’infinito amore
perché tu e tu e tu
sei qui nuda bella bellissima
nella mia principesca dimora
luminosa d’azzurro
d’azzurro profondo
nel mio letto
ed io ti amo ti amo ti amo
e tu e tu e tu e tu e tu
bambina mia dolcissima
mi offri la tua bocca
la tua lingua saporita dolce amara aspra
zuccherata al miele
il tuo sorriso e i tuoi capezzoli al burro
la tua figa dalle labbra tenere morbide
soffici color rosa
come la tua bocca al miele
e il tuo fondoschiena
il tuo fondoschiena bello tondo rotondo
carnoso formoso
e con tutto il resto del tuo corpo bello
e del tuo e del tuo e del tuo
valchiria
bambina mia dolce amore
amore unico
con tutto il resto del tuo corpo bello
e della tua anima bella viva splendente…
Tutto
tutto e solo per me!  
Baci baci baci
e carezze carezze carezze…
Baci e carezze
a te e a te a te a te a te
e a te Valchiria dei Cieli
bambina dolce
bambina mia
e  ancora baci baci baci
e carezze carezze carezze.
Ti amo, vi amo,  ed è tutto.
E’ tutto, ma…cavolo,
stracavolo!
Sto eccedendo sto esagerando
ed eccedo ed esagero,
come al solito.
Valchirie
Valchirie dei Cieli
amori miei
amori miei dolcissimi.
Io,  il divino Principe dell’Universo,
principe dell’amore dell’azzurro
e della bellezza,
m’inginocchio umilmente
amorosamente
ai vostri piedi
e umilmente amorosamente
vi prego vi prego vi prego!
Perdonatemi…
 

DIRETTA LIVE (S.V.  “PENSIERINI DELLA BUONA NOTTE  – Poesie per Sognare  – “   A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.            
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)





Nessun commento:

Posta un commento