mercoledì 28 dicembre 2016

ADALINE L’ETERNA GIOVINEZZA


 
Nel 1908 nasce Adaline Bowman che sposa un giovane ingegnere, il quale ben presto muore e si toglie di scena lasciandole Flemming, l’unica loro figlia destinata dagli sceneggiatori del film a invecchiare biologicamente al posto di Adaline che,  a ventinove anni di età e in seguito a un incidente automobilistico da cui si salva miracolosamente,  per una particolare e assai fantasiosa condizione meteorologica, subisce l'arresto del “naturale” invecchiamento delle sue cellule, ritrovandosi destinata alla eterna giovinezza, molto prima e anticipandolo,  l’apposito comandamento antropologico della Suprema Entità Divina, in atto vigente seppure sistematicamente ignorato e  disatteso dalle mortali scimmie e scimmiette idiote .
A causa della sua condizione fisica, condivisa e diffusa alla rovescia in un film di cultura negativa invertita come se fosse la peggiore patologia possibile, Adaline,
per sfuggire al destino che la vedrebbe trasformata in cavia dai primati complessi ai fini dei loro studi nel  laboratorio dei “Non capisco un tubo” che - secondo la Cultura alla rovescia delle scimmie e scimmiette imitanti, le Copie conformi  che parlano e parlano e parlano parlano parlano baubaubaublablablablaterando, simulando, credendosi fingendosi ostentandosi umane - anziché un dono risulterebbe una maledizione…una patologia sconosciuta e misteriosa;  per cui, si vede costretta a cambiare nome e residenza ogni dieci anni, sicché non può coltivare regolarmente il proprio rapporto con sua figlia e per oltre ottant'anni dallo straordinario avvenimento, la giovane donna passa la sua esistenza tenendosi apparentemente lontano da legami sentimentali (si fa per dire perchè naturalmente ai fini della durata del film  i legami sentimentali ci sono… e come se ci sono!), vedendo Flemming, la figlia,  invecchiare biologicamente e la madre restare  immutabilmente e  fisiologicamente sempre giovane, ferma all’età di ventinove anni.
Durante la sua permanenza nella città di San Francisco negli Stati Uniti, Adaline, sotto il nome di Jennifer Larson, lavora in una biblioteca, vive in compagnia di un cane e la sera di Capodanno incontra a una festa un certo Ellis Jones che viene immediatamente attratto dalla bella Adaline.
Tra i due nasce ovviamente l’amore e dopo alcune peripezie necessarie per la giusta durata del  lungometraggio, lei  conosce i genitori di lui e qui casca l’asino, perché il vecchio padre di Ellis è un suo ex che ovviamente la riconosce e sarebbe il patatrac se l’happy and che arriva sottoforma di un nuovo incidente automobilistico, non “donasse” alla nostra sfortunata eterna giovane eroina, dai 29 anni biologici  ai quali era rimasta “patologicamente” ferma, la ripresa biologica a 107 anni di età anagrafica, burocratica,  del giusto invecchiamento anagrafico che le necessita per coronare il sogno di sposare  il suo ultimo amore burocratico di mortale primate complesso, che allegramente le consente ora di tornare a saltellare sull’albero.
Così che l’ultima scena del film, nella quale Adaline, guardandosi allo specchio scopre il suo primo capello bianco, fornisce il giusto significato al film e alla ripresa della giusta vita primate baubaubaublablablablaterante dei non capisco un tubo, le copie conformi…tra i quali tra le quali per correttezza e giusto rilievo non possiamo certo  escludere dai primati complessi, gli eventuali “Non capisco un tubo” che ci stanno ora leggendo.  


(S.V.  “IL CINEMA SECONDO LA CULTURA DELL’UNIVERSO  – Recensioni cinematografiche  – “   A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli https://vallisergio.blogspot.com 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.         
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



Nessun commento:

Posta un commento