mercoledì 23 novembre 2016

PREMESSE DI CULTURA DELL’UNIVERSO. I CONCETTI DELLA FISICA, SECONDO LE COMUNI CONOSCENZE DI CULTURA NEGATIVA INVERTITA DEL MONDO PRIMATE DELLA SCIMMIA CHE PARLA, SONO LIBERE CREAZIONI DELLO “SPIRITO” E NON SONO, NONOSTANTE LE APPARENZE, DETERMINATI UNICAMENTE DAL MONDO ESTERNO





PREMESSE DI CULTURA DELL’UNIVERSO.  
I CONCETTI DELLA FISICA, SECONDO LE  COMUNI CONOSCENZE DI CULTURA NEGATIVA INVERTITA DEL MONDO PRIMATE DELLA SCIMMIA CHE PARLA, SONO LIBERE CREAZIONI DELLO “SPIRITO” E NON SONO, NONOSTANTE LE APPARENZE, DETERMINATI UNICAMENTE DAL MONDO ESTERNO
La teoria è invece quando si sa tutto e niente funziona, e la pratica è quando nessun primate sa il perché. 
E in questo caso, messe insieme - negativizzando e invertendo -  la teoria e la pratica, ci accorgiamo che niente funziona e nessuno sa il perché.
Ma è correggendo, raddrizzando, che la Cultura Umana, ossia la Cultura dell’Universo contrapposta alla Cultura negativa invertita, la Cultura  dell’Ignoranza del primate, ci rende il tutto chiarissimo.  
SE IL MONDO BASSO HA BISOGNO DI EROI
Ciò significa che è un immondo che tristemente, in quanto tale,  ne è totalmente sprovvisto.  
I SENZA TESTA CONTINUANO A LAMENTARE  LA FUGA DEI “CERVELLI”
E pertanto si continua ad essere curiosi di sapere in quale parte del corpo sarebbero dislocati.
IN MANCANZA DI TESTA UMANA, FORSE NEL…
Bip!
E ALLORA, PIUTTOSTO CHE LAMENTARSI PER LA LORO FUGA…
Non sarebbe meglio gioire?
E’ LUOGO COMUNE CHE CON IL DENARO SI POSSA COMPRARE TUTTO ECCETTO L’AMORE
In realtà si può comprare anche l’amore, ma quello relativo,  terreno, PRIMATE e mai l’universale,
UMANO,
che vive e risplende. 
PREMESSA PUNTO II
Ma poi il discorso diverrebbe complicatissimo e difficile, se ci perdessimo nei meandri e nei sotterranei senza via d'uscita del ginepraio dialettico della Relatività.   
Le tantissime teorie di Cultura Negativa Invertita, che anche in campo economico ne confermano l'illiceità e lo stato usurpativo, non sono affatto diverse da ogni altra corrente etica, moralistica e/o religiosa, che confusamente si dibatte all'interno dell'Organizzazione sociale di disuguaglianza economica totalitaria e/o pluralista sintomatica, proponendo ottusamente rimedi relativi, i quali divengono quanto mai utopistici in un contesto che si professa infatti "di diritto", o comunque "legittimo e sovrano", ma che stabilisce in realtà la Disuguaglianza Economica, cioè un sistema di perfetta Criminalità e di totale Inciviltà.   
In campo economico (come in ogni altro campo dello scibile sociale e politico di Bassa Cultura),  è arcinoto che "la Banca Centrale emette falsi titoli di credito, in quanto da debitrice (il titolo di credito, il quale non è altro che una cambiale, è infatti emesso dal debitore), si fa' creditrice perchè usurpandone la proprietà simula di prestare denaro; e il prestare denaro è un diritto del proprietario". 
Di fatto, "la Banca Centrale addebita la carta moneta allo Stato, il quale deve restituire agli Istituti di emissione (che sono società per azioni), somme di denaro autentico, prelevato direttamente dalle tasche del cittadino il quale, accettandolo per convenzione, di fatto ne crea il valore". Così la Banca Centrale, in cambio della stampa di "carta straccia", intasca con gli interessi valuta corrente "con quel valore indotto conferitogli da chi lo usa come merce di scambio"; e quindi la Banca, impossessandosi della moneta del cittadino, si impossessa della sua ricchezza.
Talune  teorie  utopistiche  (divengono  ovviamente  tutte  tali, una volta poste in un
Contraddittorio  dominato  dall'Organizzazione  sociale di disuguaglianza economica
relativa che esse intendono comunque mantenere e rafforzare; il che equivarrebbe a proporre di far camminare e a volte indurre perfino a correre un paralitico mantenendo e rafforzando la sua paralisi), riconoscono quanto si è precisato in precedenza: cioè "che è il cittadino a creare ricchezza", e che la Banca Centrale, impossessandosi della moneta del cittadino, "viene ad impossessarsi della ricchezza creata dal cittadino, il quale seppure defraudato ne resterebbe comunque il proprietario legittimo". 
Le teorie utopistiche in campo economico di segno geinove negativo, similmente a quelle proposte in ogni altro campo dello scibile sociale negativo invertito che rivolgendosi al sintomo trascurandone la causa risultano impraticabili immesse in quel contesto, tenderebbero a correggere e invertire i ruoli, facendo si che sia il cittadino il proprietario della moneta all'atto della sua emissione (o di ogni altro bene in ogni altro campo dello scibile socio-economico e politico), e che sia quindi il cittadino il creditore e non viceversa il debitore, con evidenti risultati che capovolgerebbero l'attuale situazione.  Pensiamo, per esempio, al sistema fiscale, al  sistema  governativo,   al  sistema  parlamentare,  all'amministrazione   della   cosa
pubblica.     
In   questi   casi,  il   baubaubau-blablabla   mediatico  e  i  vari  starnazzamenti  di  approvazione  o  di  protesta, raggiungono i livelli più frenetici della comunicazione e della dialettica negative invertite.    
Osserviamo, nell'occasione, quel mondo basso e soffocante, dove l'edificio economico planetario si presenta come se fosse poco ventilato, e il puzzo degli escrementi e dei corpi in decomposizione ristagna nell'aria accentuato dal calore di un sottosuolo in eruzione.    
Il risultato è un chiuso tenebroso e claustrofobico, da sito tombale, con illuminazioni artificiali scintillanti che cercano di nasconderne l'identità.  Resti di pranzi faraonici e spuntini meno lontani vengono abbandonati dappertutto, sui triclini di storia romana, sui divani, sulle sedie e sui tavoli, insieme a tazze colme di piscio schiumoso e vasi preziosi traboccanti di merda ornamentale.   
Sul pavimento lucidato a specchio, pagine sparse di storie scritte e vissute vanamente.  La proprietà, la quale è comunque usurpata perchè non è pubblica, non è privata, ma PERSONALE dal momento che la ricchezza è l'insieme dei beni comuni, come in un contesto comune seppure simulato "umano" è la PERSONA UMANA, di cui la Persona Umana, seppure simulata,  è di fatto produttrice e proprietaria in qualità di CITTADINO, la presenza di agenti patogeni da una parte classificati "ricchi" e dall'altra,  all'opposto,  "non ricchi", stabilizza nel corpo sociale lo status quo maligno di  cui  il  potere  bancario  non   è   altri   che  la  punta  di una protuberanza cellulare malsana come la forma di un cancro.    
Peraltro,  non  esistendo  denaro  privato,  ma  essendo il denaro al momento se non personale, come risulterebbe corretto, quanto meno pubblico, ognuna di queste teorie finisce  per  infrangersi  e sgretolarsi contro una contraddizione economica che trae la propria significanza e la propria essenza vitale nella disuguaglianza, nella sopraffazione e nell'illecito, facendo si che il denaro pubblico (teoricamente di proprietà del cittadino) non possa mai essere tale, ma divenga di fatto di proprietà privata, di proprietà cioè del privato, ovvero di un singolo o di taluni singoli, che nulla ha o hanno a che fare con la qualità di cittadino, a discapito di un altro o di altri di conseguenza e in corrispondenza derubati. 
Non è difatti l'operato della Banca Centrale il segnale che dà il via al fenomeno, ma è l'Organizzazione sociale di disuguaglianza economica relativa, e nel caso specifico il sistema economico negativo invertito stabilito da tale Organizzazione. 
Per brevità di esposizione, e scegliendole tra le più caratteristiche e sperimentali, ne citiamo soltanto alcune di queste numerosissime teorie relative, le quali relativamente proposte come "nuove" nel contenzioso generale e nei processi particolari connessi alla scalata gerarchica, tema dominante all'interno del Male Perfetto, inserite nei conflitti intestini dei linguaggi, assolvendo nella completa incoscienza delle motivazioni la propria funzione di modello culturale inteso all'aspirazione del cambiamento e quindi alla simulazione dello stesso, non possono che essere temporalmente censurate e/o ostacolate dalle mafie bancarie stabilizzate  e da quelle mediatiche ad esse asservite che avvertono in pericolo il proprio stato di quiete relativa: per esempio, il simbolo econometrico di valore indotto (Simec), la teoria della Triarticolazione sociale, ed altre, teorie tutte relativamente astruse e perfettamente negative invertite e quindi immanenti al sistema nella loro sperimentazione pratica.   
E, infatti, nell'attuale realtà economica - intesa alla globalizzazione in un sistema di DITTATURA PLANETARIA che accomuni gerarchicamente secondo le più brutali e primitive regole mafiose le false democrazie del pianeta usurpato dal primate che parla - facenti perfettamente parte della componente Travestitista della stessa con specializzazione di copertura e di  "utopistica" di Bassa Cultura. 
 
(S.V. “INTERVISTA CON L’AUTORE – Compendio dell’Opera Guida –Premessa punto II – “A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.     
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)
      



Nessun commento:

Posta un commento