mercoledì 9 novembre 2016

PICCOLI BRIVIDI



Abbiamo visionato questo film sollecitati e incuriositi  dall’interesse mostrato dai Tolomeo di una critica assai benevola e quindi favorevole.
Protagonista è il bravo e simpaticissimo attore Jack Black, che interpreta lo scrittore di libri per l’infanzia R.L. Stine, contornato da attori giovanissimi bravi e sconosciuti.  
L’adolescente Zach Cooper (Dylan Minnette), di  recente rimasto orfano del padre,  si trasferisce controvoglia e suo malgrado in una città di provincia, per seguire la madre vedova, nuova vicepreside del liceo locale.
Nella nuova residenza della vedova e del figlio adolescente, il loro vicino di casa, un uomo alquanto misterioso e scorbutico, è  R.L. Stine, autore della serie di libri per ragazzi “PICCOLI BRIVIDI”,  il quale controlla i mostri da lui creati scrivendo,  imprigionandoli nelle pagine dei suoi libri.
Zach e Hannah, la giovanissima figlia  di Stine, fanno amicizia dando inizio a una relazione sentimentale tra adolescenti che il padre di Hannah contrasta violentemente, e una sera il ragazzo sospetta che Stine, dopo un litigio,  abbia rinchiuso in casa la figlia tenendola praticamente prigioniera.
Deciso a liberarla - dopo aver vanamente denunciato il vicino alla polizia per presunte violenze domestiche e facendosi accompagnare dal suo amico Champ -  Zach  fa irruzione nella casa di Stine e, invece di trovare Hannah prigioniera, scopre  i manoscritti dei “Piccoli Brividi” (dove, nella libreria, lui e l’amico Champ avevano udito dei rumori sospetti).
Però, accidentalmente, Zach apre uno dei libri e l'Uomo delle Nevi,  una delle creature imprigionate dall’autore della serie , riesce a fuggire.
Tuttavia, interviene Hannah la quale, con l’aiuto dei suoi due nuovi amici, riesce a catturare l’Uomo delle Nevi e a rinchiuderlo nuovamente nel libro da dove era uscito.
Successivamente, risolto il problema della fuga di questo primo personaggio immaginario, i tre ragazzi e Stine condivideranno un'amara sorpresa: il malefico pupazzo parlante Slappy, assetato di vendetta verso Stine, di cui era stato sinceramente amico per poi ritrovarsi imprigionato e abbandonato dentro il libro della sua storia, riesce a fuggire e libera tutti i mostri dei racconti.  
Stine dovrà perciò riscrivere, cambiandola,  la storia dei  “Piccoli Brividi”, utilizzando la speciale macchina da scrivere dello stesso autore delle storie.
E per l’happy and cinematografico,  è ciò che naturalmente avviene; e tutti i personaggi tornano felicemente al loro posto nei libri,  compresi Slappy e la figlia di Stine,  Hannah, che si scopre anch’essa immaginaria.
Il giorno seguente, Stine inizia ad insegnare nella scuola di Zach; ed ecco il colpo di scena finale dell’happy and: Stine ha scritto un nuovo libro per far ritornare Hannah, scomparsa perchè anche lei figlia immaginaria creata dalla sua arte narrativa.
Con un ultimissimo colpo di scena,  il quale, inesorabile,  preannuncia minacciosamente,  il proseguo della serie, trasformata da bufala letteraria in disperata bufala cinematografica. 
Il Ragazzo invisibile, personaggio dei “Piccoli Brividi”, rimasto nascosto nella scuola,  ha scritto il titolo della sua vendetta dinanzi al suo creatore, il quale urla terrorizzato perché l'incubo per la gioia degli appassionati del brivido, non è ancora finito.
Ma soprattutto, non è finito per gli amanti del cinema, frequentatori e vittime innocenti  delle sale cinematografiche e/o delle poltrone della propria casa.
Con una ultima annotazione doverosa. La presenza usurpatio sulla Terra dello Spirito immondo, lo Spirito maligno, non è mai sazia di aborti e rifiuti umani…sgorbi, mostri, mostriciattoli, pinocchietti,  pupazzetti in e a carica: e i Tolomeo, i Sintomi campione, Vip, Bip, i Non capisco un tubo, i Non sanno neppure dove erano e/o dove sono messi, gli A testa in giù, i Sotterrati, i Vuoti a perdere eccetera eccetera eccetera;  così che, reiterandoli,  deve sempre “inventarsene” di nuovi…  
 

(S.V. “IL CINEMA SECONDO LA CULTURA DELL’UNIVERSO – Recensioni cinematografiche  – “A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.     
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)


Nessun commento:

Posta un commento