sabato 5 novembre 2016

LA VOCE E’ VIVA E DALLE MEDITERRANEE ACQUE RISORGE PER UN GIUDIZIO E UNA RIVOLUZIONE, AFFINCHE’ CHI NON VEDEVA VEDA E COLORO I QUALI CREDEVANO DI VEDERE DIVENTINO CIECHI. PARLA GESU’ CRISTO RISORTO,PRINCIPE DELL’UNIVERSO, PRINCIPE REGNANTE DELLO STATO COSTITUZIONALE UNITARIO DELLE NAZIONI/ORGANIZZAZIONE UNIVERSALE DI EGUAGLIANZA ECONOMICA ASSOLUTA/SOCIETA’ PER AZIONI UMANE/STATO DELL’UNIVERSO SULLA TERRA. GESU’ CRISTO RISORTO VERBO INCARNATO NELLA CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA ROMANA FONDATA DALLA SUPREMA ENTITA' DIVINA E USURPATA DALLO SPIRITO IMMONDO, L’ANTICRISTO, LA BESTIA, IL CRISTIANESIMO NEGATIVO INVERTITO, L’ANTICRISTIANESIMO D’OCCIDENTE INCONFESSO MILLANTATO CRISTIANESIMO. IL VANGELO CHE VIVE: LA PARABOLA DEI TUTTI ADDORMENTATI: SGORBI, MOSTRICIATTOLI, PINOCCHIETTI, PUPAZZETTI IN E A CARICA...





LA VOCE E’ VIVA E DALLE MEDITERRANEE ACQUE RISORGE PER UN GIUDIZIO E UNA RIVOLUZIONE,  AFFINCHE’ CHI NON VEDEVA VEDA E COLORO I QUALI CREDEVANO DI VEDERE DIVENTINO CIECHI. PARLA  GESU’ CRISTO RISORTO,PRINCIPE DELL’UNIVERSO, PRINCIPE REGNANTE DELLO STATO COSTITUZIONALE UNITARIO DELLE NAZIONI/ORGANIZZAZIONE UNIVERSALE DI EGUAGLIANZA ECONOMICA ASSOLUTA/SOCIETA’ PER AZIONI UMANE/STATO DELL’UNIVERSO SULLA TERRA. GESU’ CRISTO RISORTO VERBO INCARNATO NELLA CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA ROMANA FONDATA DALLA SUPREMA ENTITA' DIVINA E USURPATA DALLO SPIRITO IMMONDO, L’ANTICRISTO, LA BESTIA, IL CRISTIANESIMO NEGATIVO INVERTITO, L’ANTICRISTIANESIMO D’OCCIDENTE INCONFESSO  MILLANTATO CRISTIANESIMO. IL VANGELO CHE VIVE: LA PARABOLA DEI TUTTI ADDORMENTATI: SGORBI,  MOSTRICIATTOLI, PINOCCHIETTI, PUPAZZETTI IN E A CARICA...
E CONTINUANO A DORMIRE
Profondamente. E russano. Rumorosamente. Lo sguardo sull’antico  lago le cui rive scivolavano con lo scorrere dell'acqua, compiendo curve e svolte tortuose o tondeggianti.
Avevano comprato dei fiori finti avvolti in carta lucida colorata. Il lago era inondato dalla luce del sole, la vegetazione di clorofilla, il midollo, la saturazione, il silenzio.
Vegetazione asciutta o con giunture molli: ogni curva, ogni pietra, casa, scultura, sole e pioggia, arsura, freddo, neve.
Le strade verso le scuole e le chiese, i quadri di riferimento, il panorama geometrico.
Le notti sbiancavano, abbaglianti, in alto, al centro, a destra, a sinistra, nel basso: di giorno gli alberi pizzuti fornivano l'ombra ai cimiteri, scorrendo tra le lapidi dai nomi defunti e i fiori avvizziti.
Betulle fruscianti, sempreverdi, annaffiatoi e vasi di plastica, carriole con gli attrezzi per scavare e sotterrare, e metafore a forma di bidoni contenenti i becchini e i visitatori in transito.
Il granito colorato, le lettere dorate. Bisogna avere un lavoro per essere indipendenti, raccomandavano i più maturi ai giovani. Che poi si ritrovano invece dipendenti pubblici o privati, e gli autonomi e i liberi professionisti senza speranza socialdipendenti pubblicizzati dalla Bestia, Fb, l’immonda, e i disoccupati sembravano impiegati dell'assistenza pubblica.  
Oltrepassando i social cimiteri, ancora Fb, la Bestia, l’immonda…la Mafia, l’Ndrangheta, la Cia, la Camorra, la Politica dei partiti che non partono mai e manco arrivano (ammazza che brutte facce!!!); ma qui i contadini hanno sfoltito i cespugli e l'acqua si faceva visibile da lontano.
Non c'era nessuno fermo ai cancelli. Era orario di visita, i vetri affumicati delle auto di rappresentanza e le guardie appese ai cancelli facevano capire che i premier erano già li, con i profumi del parco in cui le case sono come capanni, per gli attrezzi, di sosta o di riposo, in mezzo ai rifiuti e le facciate cadenti dei palazzi.
Un alito di vento trasportava i gas di scarico e il fetore dei rifiuti industriali dimenticati saturava l'aria imbiancata.
Ed ecco le folate, spigolose, taglienti, soffocanti. L'altura sovrastante, le case affumicate color rosso rugginoso circondate da erbe e dai resti della mobilia in plastica. Ma poi il vento proseguiva, si allungava verso l'alto e passava oltre le cime. 
Restò un grande vuoto che vagava a ritroso fino ai luoghi remoti dell'infanzia. Il passaggio a livello era aperto, e appena dopo 
tutto cessò di esistere.
Un capriolo, un muflone barbaricino, un cervo, un canguro grigio australiano. Il parco babilonese che custodiva la sua Torre in una cortina nera di catrame fitto e uniforme.
Transitò dietro il rimorso, gettò un'occhiata al ricordo e lo ricacciò indietro per non ricadere nel dolore. Sulla retina scorrevano le immagini di una Babilonia tenebrosa, nella quale le cime degli alberi arrivavano fin sotto la volta di un deserto cosmico celeste. Masticavano chewing-gum e caramelle gommose.
Avrebbero voluto discutere, conferire con l'alto, interrogare le nuvole. 
Ma il voler conferire significava dialogare con l'eredità delle generazioni mediante la memoria e altre rimembranze nebulose, laddove si intrigano le linee guida del tragitto.
Tra poco il traguardo, tra poco la fine, tra poco il principio. Nessun mutamento. Tutti addormentati: sgorbi, mostriciattoli, pinocchietti, pupazzetti in e a carica.
E continuano a dormire…
 
 

(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI  – Rubrica d’Informazione avanzata – LA VOCE E’ VIVA E DALLE MEDITERRANEE ACQUE RISORGE: IL VANGELO CHE VIVE ­ –“ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)





Nessun commento:

Posta un commento