giovedì 3 novembre 2016

FB LA BESTIA, L’IMMONDA



 
 “Argentina, 16enne torturata e impalata: donne in sciopero dal Messico al Cile. Il fratello: “Dobbiamo gridare”
Diritti
"Noi ci fermiamo per la prima volta nella storia dell'America Latina", scrivono le organizzatrici della protesta, che si svolge anche negli Stati Uniti, in Francia e in Spagna.
All'origine il caso di Lucia Perez, giovane seviziata e uccisa brutalmente a Mar del Plata lo scorso 8 ottobre (2016).
 Censura e antinformazione su America Latina, Argentina, Benos Aires, Femminicidio attraverso i social e totale censura totale. (“Chi ne ha parlato nel Paese campione?”  N.d.A. Nota di Adele)
“Doveva essere uno sciopero diffuso soltanto in Argentina e invece si è trasformato in una mobilitazione in tanti paesi dell’America Latina, e non solo. Tra loro, Bolivia, Cile e Messico, ma anche Stati Uniti, Francia e Spagna.” 
“Tutti sconvolti dalla morte di Lucia Perez, la 16enne di Mar del Plata, la quale è stata seviziata e selvaggiamente impalata.  Un omicidio brutale che ha riunito l’associazione NI UNA MENOS (“Non una di meno”), insieme ad altre cinquanta organizzazioni per dire basta alla violenza sulle donne. Solo in Argentina, ogni trenta ore avviene un femminicidio.
NON CI FERMIAMO (“NosotrasParamos”),  per la prima volta nella storia dell’America Latina. Se le nostre vite non valgono niente, che producano senza di noi” è lo slogan di chi ha deciso di prendere parte alla protesta di oggi. Uno sciopero “bianco”, sul posto di lavoro, dalle 13 alle 14, anche se all’Obelisco di Buenos Aires è previsto un corteo per le 17. E su Google Maps sono stati pubblicati tutti i luoghi in cui si svolgerà il “Paro nacional del Mujeres” (“Sciopero nazionale delle donne”).
Il fratello di Lucia, Matìas, ha pubblicato una lettera sul sito La Garganta Poderosa, in cui racconta come la sua famiglia sia venuta a sapere dell’omicidio della sorella. E invita le donne alla mobilitazione: “Dobbiamo essere consapevoli, perché stavolta è toccato a Lucia subire questa violenza di genere bestiale. Però la prossima volta può succedere a te, o alla persona che ami di più al mondo. Bisogna essere forti e scendere in strada per gridare tutti insieme adesso più che mai: “Nessuna di meno”. Solo così eviteremo che uccidano migliaia e migliaia di ragazze come Lucia. E solo così potremo fermare questo mondo maschilista femminicida e i suoi social diffusori di criminalità organizzata, sfruttamento delle donne, business criminale e assassinio delle donne”.  

Nella globalizzazione degli aborti e dei rifiuti umani,
Fb, la Bestia, l’Immonda, dallo Status usurpatio e dalla Criminalità consuetudinaria socialmente organizzata presso ciascuna Nazione nella peggiore forma possibile di ordine sociale, posta a guardia delle  comunità antidemocratiche  e autoritarie delle copie conformi e dei ricalchi del Mondo alla rovescia, non c’ha nesso molto a individuarci nel nostro ultimo profilo – (dopo la prima rimozione operata contro la Cultura dell’Universo da Fb, e dopo "Tarzan Ritrovato" e "Sandokan Sandokan", questa ultima pagina di Fb come "Sergio Valli di Roma", è durata soltanto pochi giorni prima che Fb scoprisse la nostra identificazione con la Cultura della Vita) – in mezzo alla putrida conformità del femminicidio generale e delle reiterazioni scellerate avverse alla donna – la Madre Iddio in occidente maschilinizzata, e in medio ed estremo oriente idem…nemmeno a parlarne -  per cui tranquillamente rimoviamo dai nostri indirizzi quello esplicito della orripilante Bestia, Facebook e Co, dello Status usurpatio.
 
I contenuti i quali, tra i tutti morti, ci hanno resi visibili all’Immonda, sono stati quelli del primo e del secondo giorno di novembre.
Ognissanti, tutti santi,  a detta di Gesù bambino sugli adulti; e l’invito a commemorare il due di Novembre, non più come il giorno dei morti, ma come il Giorno della ribellione contro il Male e la Morte e le di loro diramazioni, di cui Fb - covo di Mafia, Criminalità, Corruzione, Pedofilia, Perversione, Malavitosità, Malaffare, Prostituzione e Sfruttamento della prostituzione, e via dicendo frugando nella putrida melma del pozzo senza fondo  - ne è una eloquentissima come l’articolo quivi allegato a nostra premessa ben opportunamente mette in luce
spiegandone l’ostilità violenta contro la Cultura dell’Universo, Cultura della Madre.

 (S. V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata –“ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo.     
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la font

Nessun commento:

Posta un commento