giovedì 27 ottobre 2016

REGNO DEI CIELI. STATO COSTITUZIONALE UNITARIO DELLE NAZIONI. ORGANIZZAZIONE UNIVERSALE DI EGUAGLIANZA ECONOMICA ASSOLUTA/SOCIETA’ PER AZIONI UMANE/STATO DELL’UNIVERSO SULLA TERRA. IL MONDO DELLA NUOVA TERRA. ECCO LO STRUMENTO IN GRADO DI TROVARE L’ACCORDO E LA SOLUZIONE PER CIASCUNA POLITICA E PROBLEMATICA E IN OGNI CONTENZIOSO SOCIOECONOMICO E’ giunto il momento di parlarne e le nostre parole non passeranno, giusto?



 
 
REGNO DEI CIELI.
STATO COSTITUZIONALE UNITARIO DELLE NAZIONI.
ORGANIZZAZIONE UNIVERSALE DI EGUAGLIANZA ECONOMICA ASSOLUTA/SOCIETA’ PER AZIONI UMANE/STATO DELL’UNIVERSO SULLA TERRA.
IL MONDO DELLA NUOVA TERRA.               
ECCO LO STRUMENTO IN GRADO DI TROVARE L’ACCORDO E LA SOLUZIONE PER CIASCUNA  POLITICA E PROBLEMATICA E IN OGNI CONTENZIOSO  SOCIOECONOMICO
E’ giunto il momento di parlarne e le nostre parole non passeranno, giusto?

SUGGERIMENTO PER L’ATTIVAZIONE DELLA FASE PREPARATORIA ALLA COSTITUZIONALIZZAZIONE DI CIASCUNA NAZIONE  INCOSTITUZIONALE MEDIANTE  IL SUCCESSIVO INCORPORAMENTO  NELLO STATO COSTITUZIONALE UNITARIO DELLE NAZIONI, RIVOLTO DALLA SUPREMA ENTITA’ DIVINA ALLE NAZIONI INCOSTITUZIONALI CHE INTENDANO COSTITUZIONALIZZARSI.
ABOLIZIONE DEI SERVIZI DI VOLONTARIATO, BENEFICIENZA E ASSISTENZIALISMO, E ADOZIONE DEL PUBBLICO REGISTRO DEI PATRIMONI UTILIZZABILE SIA AI FINI FISCALI CHE SENZA ECCEZIONE ALCUNA PER OGNI NECESSITA’ PUBBLICA COMUNITARIA IN SOSTITUZIONE DEI SERVIZI OBSOLETI ANZIDETTI


Gli spettacoli empi, tipo collette, canti e balli di beneficenza, campagne promozionali etichettate alla raccolta di fondi da destinare a questa o a quella opera caritatevole e/o di solidarietà verso i poveri, gli infermi e i bisognosi, ovvero alla ricerca del rimedio per questa o quella malattia - i quali servono soltanto a sostenere e stabilizzare lo status quo criminoso affinché il diritto sia sempre dalla parte dei ricchi contro i meno abbienti  - concludono il proprio iter malefico all'inferno, dove le fiamme si leveranno alte al loro arrivo.
Li lasciammo nel patio a raccogliere denari per il gran ballo di beneficenza e ci dirigemmo, decisi, verso la terrazza, all'aperto, per respirare un po' di quell'aria fresca del buon mattino. 
Nella sala da ballo gli operai stavano montando un fondale odoroso della sostanza prioritaria del gran rigurgito e del rigetto di quella solidarietà di moda che affossava il diritto.
Gli orchestrali parlottavano tra loro intenti a prendere appunti sullo spartito della Stecca, e gli invitati gironzolavano li attorno consumando champagne, bevande raffinate e caffè.
Dopo la notte trascorsa all'addiaccio, una nidiata di gatti randagi si riscaldava al tepore dei termosifoni che affollavano la sala dove l'ebetismo dell'espressione, che confermava senza alcun dubbio l'origine genetica degli invitati i quali apparivano freschi e riposati, pronti per le danze e le offerte, rendeva straordinariamente veri i successi della fisiognomica.
Le piazze sottostanti e le televisioni echeggiavano invece dei suoni sordi delle beneficenze popolari, quelle a buon mercato ma di gran respiro, dove la grande massa accorreva per donare l'oro alla patria ribadendo, della fisiognomica, sia l'ebete estasi dell'espressione che l'esattezza dei risultati. 
Ma il gran falò da durare in eterno, o perlomeno fino alla cancellazione del tutto, si fa' sempre più vicino con  l'odore dello zolfo che già incombe su tutta questa immondezza. 
Quand'è che il nostro invito verrà allora raccolto?   La fine del Finito è già in atto e, ora come ora, nessuno è in grado di predisporre programmi a lungo termine.
Anche per quanto attiene la disconnessione collettiva dall'Ordine cosmico obsoleto, simultanea alla disattivazione dell'Organizzazione sociale di disuguaglianza economica relativa,  vi è un gran riflettere, in fondo.   
Perché,  arrivati  a  questo  punto,  scopriamo, qualora non lo avessimo già fatto, che l'Esame finale proseguirà in quel suo estremo svolgimento non più collettivo ma personale, conosciuto come "purgatorio", in cui non vi sarà alcun automatismo o meccanica, ma unicamente il momento della verità, della propria verità, per ciascuno.
Ecco  la  tragica  notizia che ci compete.  Non ci sarebbe molto da aggiungere. O forse,
chissà... Chi sostiene il contrario è un gran bugiardo, come tutti, ma come tutti da perdonare, certo, e senza riserve, perché in quanto a intendimento non era vivo neppure alla sua nascita. E figuriamoci adesso che sta' lì, supino, le braccia incrociate sul petto, nella bara dello spazio-tempo concluso.
Il fatto è che per essere all'altezza del compito assegnato e non trovarci gravemente impreparati all'avvento dell'Organizzazione universale di Eguaglianza Economica assoluta - nella quale ogni cittadino forgerà il proprio destino personale, tenendo però ben presente che soltanto ciò che risulterà utile alla causa dell'Universo si disattiverà di fatto dall'Ordine cosmico obsoleto sopravvivendo alla sua cancellazione - riteniamo doveroso rinnovare alcuni suggerimenti fondamentali.
Tra questi, la graduale correzione del terzo aspetto del Male perfetto, ossia del Travestitismo, è certamente non solo indispensabile ma urgente.
L'argomento è stato oggetto di diverse lezioni di Cultura dell'Universo, per cui ci risulta del tutto superfluo soffermarci a puntualizzarne le motivazioni, così che nello specifico riguardante "l'Abolizione dei servivi di volontariato, beneficenza e assistenzialismo, e l'adozione del Pubblico Registro dei Patrimoni da utilizzare al loro posto in ogni circostanza in cui si renda indispensabile il reperimento di denaro da destinare al Fisco e al soccorso di cittadini", il nostro invito viene correttamente reso nella forma più concreta e fattiva possibile, e quindi nella veste di "Suggerimento legislativo" che ciascuna Nazione potrà facilmente adattare alle proprie realtà costituzionali, funzionali e organiche.
Tutti quei patrimoni finora inutilizzati, ma che costituiscono la ricchezza economica fondamentale dell'Organizzazione sociale di ciascuna Nazione, verranno finalmente impiegati in quelle opere sociali attraverso le quali essi, patrimoni, traggono giustificazione della propria esistenza.
Il Pubblico Registro dei Patrimoni comprenderà, infatti, il valore economico delle proprietà e dei redditi patrimoniali dei nuclei familiari cosiddetti ricchi e/o comunque benestanti, con  l'esclusione dunque dei poveri e del ceto medio possessore soltanto di redditi impropri (di lavoro dipendente, autonomo o di trattamento pensionistico),  cioè di coloro sprovvisti di reddito reale il quale - lo ricordiamo, essendo stato diffusamente spiegato in apposite lezioni di Cultura dell'Universo  - consiste nel guadagno, nel profitto, vale a dire di quanto in denaro o in beni economici  rimane di fatto, mensilmente, in possesso del nucleo familiare detratte le spese di sopravvivenza fisica e intellettuale di tutte le persone che lo compongono. Ed è appena il caso di soggiungere, ribadendo la correzione importata sul tema dalla Cultura dell'Universo,  che tale reddito patrimoniale è ricavabile dividendo il suo ammontare complessivo per il numero dei componenti il nucleo familiare.      
Mentre ci risulta che alcuni giornali, tra i quali una rivista specializzata denominata Forbes, pubblicano annualmente l'elenco aggiornato dei tanti "peperoni" del pianeta, noi vorremmo invece, in questa sede, proporre attraverso l'adozione del Pubblico Registro dei Patrimoni,  l'investigazione  e  il  censimento patrimoniale e bancario di tutti i denari
comunque potenzialmente esistenti e pertanto a disposizione del contesto sociale.
L'identità delle persone fisiche simulate umane, titolari pro-tempore della gestione dei singoli capitali, viene così a costituire un fatto meramente marginale, perché ciò che veramente conta sono unicamente il censimento e la disponibilità di tutti i capitali, nessuno escluso.
La nostra intenzione non è quindi quella di misconoscere o di intaccare i profitti, mediante inutili richieste salariali e di sicurezza sul lavoro, oppure di nuove imposizioni fiscali, tutt'altro.   A noi interessano l'interezza, l'integrità e la totale disponibilità dei profitti, da rendere agli scopi dichiarati nel Suggerimento legislativo.
Non possiamo perciò trascurare o passare in secondo piano l'importanza dell'adozione del Pubblico Registro dei Patrimoni anche in rapporto al colpo mortale che finalmente verrebbe inferto, per la prima volta, al crimine organizzato, attraverso l'identificazione dei suoi profitti posti a disposizione della comunità nella sua generalità e nel particolare in taluni casi inferma, povera e bisognosa.
Perché nessun profitto, sottolineiamo nessuno, potrà d'ora in poi sottrarsi alla sua identificazione.                 
E per ultimo, ma che ultimo non è davvero, è da rilevare il beneficio che ne trarrebbe  il giovane disoccupato, grazie ai nuovi posti di lavoro che si renderà necessario attivare nelle amministrazioni chiamate a gestire il Pubblico Registro dei Patrimoni.                                       

PROGETTO LEGISLATIVO  INTESO ALL'ABOLIZIONE DELLE PRATICHE DI VOLONTARIATO,
BENEFICIENZA E ASSISTENZIALISMO, E ALL'ADOZIONE DEL PUBBLICO REGISTRO DEI PATRIMONI.

Art.1 - E'  istituito  in  tutto il territorio nazionale il Pubblico Registro dei Patrimoni, che  elencherà in rigoroso ordine decrescente l'ammontare del valore economico attribuito a ciascun patrimonio,  ricavato da comprovate risultanze  patrimoniali e bancarie, con a fianco indicato il nominativo del suo titolare
pro-tempore.
Il Pubblico Registro dei Patrimoni, conformandosi alla struttura territoriale  della Nazione, si articolerà quindi in Pubblico Registro Comunale, Provinciale,
Regionale (o Federale) e Nazionale dei Patrimoni, e verrà gestito dall'amministrazione pubblica territorialmente corrispondente.      

Art.2 - In ogni situazione in cui si renda necessario il reperimento di denaro da destinare al soccorso di cittadini in gravi difficoltà economiche che ne mettano in pericolo la salute, la sopravvivenza e la dignità umana, l'amministrazione territorialmente
competente, stabilita la somma di denaro occorrente, la reperirà mediante prelievo percentuale dei patrimoni elencati nel Pubblico Registro. Lo stesso criterio verrà adottato ogni qualvolta si renda necessario reperire fondi da
assegnare a istituzioni pubbliche o private impegnate nella ricerca di rimedi contro le malattie  o nel soccorso e/o nella cura degli infermi e dei bisognosi, rigorosamente finalizzati alla guarigione, oppure in caso di calamità o di atti terroristici, ovvero nella raccolta di somme da destinare anche all'estero in ordinarie e/o straordinarie pratiche di
solidarietà internazionale. Il Pubblico Registro dei Patrimoni, comportando il  superamento delle precedenti politiche di tassazione dei cittadini,  è utilizzabile ai fini fiscali, e dai capitali indicati nel Pubblico Registro dei Patrimoni potrà essere attinto, ricorrendo la necessità di risanare il bilancio dello
Stato nazionale qualora afflitto da gravi patologie economiche, compreso il disavanzo della spesa pubblica.                            

Art.3 -  Per effetto dell'applicazione degli artt.1 e 2 sono abolite le collette e le iniziative pubbliche o private intese alle imposizioni fiscali o alla raccolta di somme da devolvere in beneficenza, assistenzialismo, volontariato o nella ricerca. I posti di lavoro che si renderà necessario attivare nelle pubbliche amministrazioni comunali, provinciali, regionali (o federali), nazionali o internazionali, per la rispettiva gestione territoriale dei Pubblici Registri dei Patrimoni, verranno assegnati ai giovani disoccupati in possesso di laurea o di diploma sulla base  della loro età e della propria anzianità di disoccupazione,  e tutte le spese inerenti a tale gestione graveranno percentualmente sulle consistenze  patrimoniali quivi elencate.  

                   
(S.V.  “COMPOSIZIONI DI CULTURA DELL’UNIVERSO – Volume Primo –   “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Regno dei Cieli. Stato Costituzionale Unitario delle Nazioni/Organizzazione universale di Eguaglianza economica assoluta/Società per azioni umane/Stato dell’Universo sulla Terra.  Il Mondo della Nuova Terra.  G.U e Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/
Centro biologico operativo. Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/ 
Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo”.
Facebook: “Sergio Valli Di Roma”.
Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it 
N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)













Nessun commento:

Posta un commento