lunedì 18 luglio 2016

HOUDINI – L’ULTIMO MAGO



Dopo The Prestige di Christopher Nolan e The Illusionist di Neil Burger, film sicuramente ben riusciti,   nonostante i consensi e gli elogi ricevuti in  Houdini L’Ultimo Mago - film di Gillan Amnstrong  interpretato da Catherine Zeta-Jones, Guy Pearce, Timoty Spall e dalla straordinaria  Saoirse Roman  che impersona la bambina figlia della medium Mary  McGarvie, la più apprezzata dalla critica accreditata - la sorpresa scaturisce dallo stravolgimento della storia di Houdini, almeno paragonandola a quella  narrataci nel film biografico interpretato da un indimenticabile Tony Curtis, bravissimo, brillante e assai convincente, esattamente l’opposto dell’Houdini ora riproposto palestrato, ginnico e con la forzatura di una storia d’amore maldestramente condotta, invece che magicamente vissuta secondo i canoni della più grande illusione di tutti i tempi, che il più grande illusionista di tutti i tempi non avrebbe dovuto trascurare, ma coltivare e lasciar crescere come tutte le sue illusioni.  
         Il vero volto di Harry Houdini

All’epoca, in uno Stato di usurpazione formato da Nazioni incostituzionali oggi inconsapevoli oppositrici dello Stato costituzionale unitario delle Nazioni, Stato dell'Universo sulla Terra, Houdinì, oltre che esibirsi sui palcoscenici di tutto il mondo, si dedicava allo smascheramento dei ciarlatani che operavano nel mondo dell’occulto; e su questa sua attività di secondo piano ma di grande rilievo, ci sono venuti i brividi sentendo i paragoni, avanzati dai Tolomeo di certa critica accreditata, con alcuni personaggi  contemporanei che si dedicherebbero alla stessa attività,  ma talmente sprovveduti e fasulli che non sarebbero in grado di smascherare neppure se stessi.
Ad ogni modo, c’è sempre una grande perplessità su queste storie di maghi, illusionisti, medium, confezionatori di oroscopi e operatori dell’occulto in genere.
Perché nel Mondo rovesciato -caduto in prescrizione, rimosso e, come lo Stato di usurpazione che si ritiene Stato legittimo,  nello stesso momento in cui crede di essere l’Universo sopravvive protempore soltanto come Ordine cosmico destinato alla Cancellazione - quando si parla di ciarlataneria non si può fare a meno di pensare alle mere apparenze  del Mondo dei fenomeni fisici, alle mere immagini del Mondo simulato, agli Aborti di vita e ai rifiuti umani del Mondo basso,  alle Copie semplici o campione del Mondo delle Copie conformi e del Ricalco, ossia a tutti quei Negativi invertiti che si credono dottori, avvocati, filosofi, professori, maestri, biologi, psicologi, psichiatri, astronomi, eccetera eccetera eccetera, e perfino umani, mentre non sono neppure vivi. 
 



(S.V. “IL CINEMA SECONDO LA CULTURA DELL’UNIVERSO – Recensioni cinematografiche – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Arte, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)


Nessun commento:

Posta un commento