mercoledì 22 giugno 2016

SOLARITA'



E mi persi nel sole
quando l'aria era soffice
e leggera
e muoveva le fronde.
Le cose accadute
o che sulla Terra accadranno
perchè inanimate o mosse
da semplici cartoni animati 
non sono a loro stesse attribuibili
se non sanno quel che si fanno.
Parlava sottovoce
l'aria
come acqua di fiume
e come acqua di fiume
scorreva limpida e fatata
sulle tracce del vento.
Nei suoi profondi respiri
vidi il cielo salire, velocemente,
e mi persi nel sole…
E nel sole
nascente dalle acque azzurre
di mare
c’era la tua bellezza di donna divina,
c’eri tu
Venere bianca.

N.d.A. Gli ultimi versi sono stati aggiunti in diretta live, alle ore 00,16 di oggi, 23 Giugno 2016…


(S.V. “DIE PRO DIE – Poesie dello Spazio e del Tempo“ - A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)

Nessun commento:

Posta un commento