domenica 5 giugno 2016

ATTI STORICI. LA PIENA GIOVINEZZA



Nella Natura Codificata –j9, invece di perseguire la Piena Giovinezza, appena si è giovani si degenera  verso quella maturità la quale, al posto della Piena Giovinezza, comporta il marciume, il disfacimento, l’invecchiamento, e infine la morte.
 La Piena Giovinezza è dunque la Giovinezza Perenne la quale, congiuntamente alla Sanità e all’Immortalità, costituisce una delle tre condizioni inderogabili prescritte per far parte della natura positiva rivoluzionaria del Mondo Alto e quindi dell’Universo: Mondo degli Uomini reali, mondo degli Esseri dotati di Intelligenza, mondo infinito della Vita.
Per superare la prova d’esame personale, ci si dovrà svecchiare gradualmente e gradualmente ringiovanire per raggiungerla, ma al momento Adele è l’unica sia tra gli adolescenti che tra gli adulti in grado di raggiungerla.   
Studiando e frequentando assiduamente le lezioni di Cultura dell’Universo, interpretandola e applicandone nella pratica gli alti insegnamenti, Adele ha scoperto che tra gli Aborti e i Rifiuti Umani  (sul pianeta a tutt’oggi ce ne sarebbero ormai sette miliardi: lo abbiamo già comunicato e adesso lo confermiamo), ce ne sono molti che si credono stupidi perché coscienti di non capire. Guardano gli altri e pensano: loro capiscono.
Un cazzo! Adele non ne  può più di segnare il passo. La sua adolescenza turbolenta  la spazientisce e le impedisce di accettare con serenità questa fase di transizione necessaria per  poter poi proseguire al momento giusto nello spazio e nel tempo verso l’Infinito.
Ebbene, i suddetti – rispetto ai più - risultano i meno idioti e i meno ignoranti, perché almeno capiscono di non capire, anche se stupidamente credono che gli altri, specialmente se vip o sintomi campione, capiscono.
Visto il compito che li attende nella Prova d’Esame Personale, Adele ritiene che sia semplicemente spaventoso che i meno idioti (come i meno ignoranti secondo Socrate) siano quelli che capiscono di non capire credendo scelleratamente che gli altri invece capiscano. Cazzo e stracazzo! Anche questi non capiscono dunque un acca!
 Per cui non si va da nessuna parte, pensa disperatamente Adele. Recupero di che? I criticoni per vocazione, gli  oltranzisti, i bastiancontrari, a parte naturalmente quelli dell’Analfabeti Intellettuali Anonimi (l’A.I.A.), albergano sicuramente con i qualunquisti nell’Ovunque del pianeta. 
Come scappare nell’Altrove, se si è irrilevanti, dato che l’A.I.A. è appena un’ipotesi, una possibilità rara al momento tutt’altro che reale, sebbene eccellente come confezione letteraria della conoscenza, considerando peraltro che l’Istituto del Pubblico Registro dei Patrimoni, risolutore di ogni crisi e di ogni business della crisi, non le è da meno.
Ad ogni modo, conclude Adele, è come se adesso su tutta la Terra sia apparsa a caratteri cubitali la scritta illuminata a intermittenza: “PERMESSO DI SOGGIORNO IN SCADENZA” che solo  la cecità totale delle persone fisiche simulate umane impedisce di vedere.
La fase collassale dell’Anticristianesimo in stato di graduale avanzamento, non consente ne rinnovi ne ripensamenti riguardo al permesso di soggiorno sulla Terra,  semplicemente perché il contesto negativo invertito della Vecchia Terra verrà presto mandato al macero e sostituito dal Mondo Nuovo, l’Ipermondo, il  Mondo  Parallelo Iperbarico: il Mondo della Nuova Terra.
I segnali sono tanti. Adele ci confida che uno è certamente quello che gli aeroplanini di carta con cui si comunicava a scuola con i compagni a mezzo di messaggini scritti a mano, sono stati sostituiti dagli SMS dei cellulari e degli smartphone.
Adesso non si deve fare altro che bighellonare con il cellulare o la smartphone all’orecchio per le aule della scuola o per i corridoi, ma anche per strada e dappertutto quando si è fuori della scuola, ci confessa Adele, per conformarsi mandando a tutti un bel Vaffanciullo alla fine degli SMS, digitando prima del proprio nome…psicoticamente, follemente, cazzamente, stracazzamente  e via dicendo, invece dei vecchi cordialmente, amorevolmente, affettuosamente, distintamente, amichevolmente, fraternamente, ecc.ecc., oramai fuori moda, obsoleti.       
La PIENA GIOVINEZZA è il punto X, l’ora zero, lo 00,01  del Calendario dello Spazio-Tempo dello Stato dell’Universo sulla Terra, il minuto terzo che diviene il primo della Vita, il primo nel Prosieguo spaziale e temporale verso l’Infinito.
La PIENA GIOVINEZZA è il punto d’incontro universale in cui dal Vortice mortale, dal Cerchio Chiuso dell’Alfa e dell’Omega dell’Irreversibilità, si attiva l’Effrazione; così che l’Oltre nell’Esterno Reale del Prosieguo - dalla contrazione-dilatazione-oscillazione-rotazione sul proprio asse del chiuso orario labirintico del Vortice dello Spazio Finito - dia inizio al movimento della Reversibilità,  Spirale verso l’Esterno Reale, verso l’Universo, verso lo Spazio Infinito. 
La PIENA GIOVINEZZA è dunque la dotazione dell’Intelligenza, la Personalità Umana…l’immortale ANIMA.  


(S.V. “IL MONDO ALLA ROVESCIA -  Libro  Quinto: Atti storici – “A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)


Nessun commento:

Posta un commento