venerdì 29 aprile 2016

ESSI PAGHERANNO


La prima primavera, il pomeriggio tardo
e la sera.
Luci bianche sul macadam al catrame,
sotto la sferza della Croce alta
e laggiù le lapidi
disseminate sulla sabbia.
Seduti in disparte, irresponsabili,
incapaci di intendere, incapaci di volere,
convinti di mantenersi distanti
dal Delitto
tenendo lontano dalle narici il proprio fetore
come fosse fumo di sigarette
penzolanti con i piercing dalle bocche semiaperte
sfiorate da dita tatuate.
Una lega malleabile di ferro e carbonio
con variazioni di durezza e di materia viscida e molle
intaccabile dalla ruggine
sui pavimenti piastrellati con sagome di detenuti
e sbarre alle finestre, li individua
in coloro che non rispondendo delle proprie azioni
sostengono di non aver mai partecipato ai fatti,
di non aver preso il fucile calibro dodici
o il coltello
e di non aver inchiodato il corpo alla Croce,
di non aver sparato recidendo l'arteria femorale
o affondato la lama nello squarcio
provocando lo spargere impetuoso di sangue
schizzato sulla Terra
in goccioline a forma di rossa rugiada. 
La voce si era levata
per pronunciare le sentenze della vita e della morte,
certificandole all'anagrafe sui file del computer,
nelle scanalature dei siti e delle celle con lo striscio del mouse o dello scarafaggio,
il nome, il sesso, la nazione, la razza, la religione e le date
di incarcerazione e di condanna.
Eletti ed elettori. Esecutori e mandanti.
Politici, parlamentari, giudici, governanti, gestori dell'errore...gestori dell'orrore.
Chi pensa di farla franca sbaglia ancora, irreparabilmente.
Che forse la voragine non inghiotte colui che comunque
ci cade dentro?
La condanna del perdono alla resa dei conti
non perdona.
Essi pagheranno, ogni consumazione.
Olive nere, erbe aromatiche, nasello e rombo. E poi salmone selvatico,
rucola piccante e i respiri, i sospiri e gli sguardi volti alla superficie del mare.
E il sole che gli brillava sul viso.         
 (S.V. “AZZURRO PROFONDO – POESIE DEL MARE E DEL CIELO –“–“ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)






Nessun commento:

Posta un commento