lunedì 21 marzo 2016

RIFLESSIONE



Mi fermo un attimo

per riprendere fiato

e riepilogare.

Avrei bisogno come il pane

di avere qui, accanto a me,

una suora suorella

una mia sposa

almeno una di quel mio 

(ora Secondo) Ordine

le cui suore suorelle

si definiscono spose

del Verbo Incarnato.

E invece niente.

Sono solo solissimo

e devo fare tutto da me

e da solo solissimo

e non posso coinvolgere nessuno.

Tanto meno i miei sette figli

i quali hanno ciascuno con i relativi

affanni

una propria vita

e vivono per conto loro

e manco se immaginano che io so’

er Principe dell’Universo.

Figuriamoci…

me farebbero interdire!

Nessuno è profeta in Patria.

E figuriamo in Famiglia!

E le mie campane non suonano.

E’ vero, il mio cervello è divino,

ho la capacità di guadagnare tempo

scrivendo direttamente sul Pc

senza dover compilare minute

o prendere appunti…

Io scrivo quasi sempre in diretta live!

Il mio problema è inverso

a quello delle scimmie,

dei vostri  poeti

dei vostri scrittori, artisti, 

operatori creativi

che stanno li, sulla scrivania,

col foglio bianco

la bocca aperta

e la penna a mezz’aria

in contemplazione del vuoto

aspettando che gli arrivi la parola

il verso la spintarella l’ispirazione.

Al Principe le parole arrivano direttamente

dalle stelle

alla velocità della luce.

E il nostro problema

è che non esiste qui

un mezzo terreno

in grado di tradurle

alla stessa velocità.

Ma in fondo, il Verbo è Incarnato

in un corpo come il vostro

come un qualsiasi corpo.

C’avevo Biancaneve

che mi dava una mano terrena

ma la Madre me l’ha data

e la Madre me l’ha tolta

e la Madre è sempre qui, con me,

è vero…

ma è più incorporea dell’aria

e per le cose pratiche

è come se non ci fosse

almeno in apparenza, certo.

Devo fare tutto da solo

scrivere sul Pc, pubblicare,

farmi il pranzo, la cena,

prepararmi il caffè,

andare al supermarket a farmi la spesa.

dare un minimo di riposo

al corpo

nel quale mi sono incarnato.

Ma si fa sempre più dura.

A volte casco dal sonno.

L’altra notte un colpo di sonno

con la fronte vado a sbattere

sulla tastiera

tocco inavvertitamente chissà quale testo

e mi ritrovo con lo schermo capovolto

e quello stronzo che ha ideato

quel sistema balordo

non ha pensato di lasciare almeno i pulsanti

nella giusta posizione.

Macché capovolti pure quelli!

Così che per poter riaddrizzare lo schermo

me so dovuto attorciglià come una serpe

o una scimmia a testa in giù. Cazzo!

Ma si può mai essere così coglioni?

Sorelle suorelle almeno una di voi

che venga a darmi una mano!

Ve lo prometto!

Se  ve serve che so’…na  spolverata,

una revisione al motore,

una messa a punto,

una bella riverniciatura alla vostra

carrozzeria che c’avete un po’ 

troppo trascurata;

lo so, suorelle, voi coltivate lo spirito!

Ma se ve serve una bottarella 

davanti o de dietro

quello che più vi aggrada

e volete che vi sia dato…

er Principe non se tira certo indietro,

lo sapete. Ve accontenta e come!

Una bella bottarella dal Principe

la potete sempre ricevere,

però venite

venite a darmi una mano,

e se preferite anche due

ma venite, venite

ve prego…

almeno una di voi.

E che deve da esse

la più bella e bona

non serve manco che ve lo dica…

i miei requisiti stanno diventando famosi

su tutta la Terra.

Soprattutto quel gran bel culo tondo rotondo

e quegli occhi…quei meravigliosi occhi

di stella!

DIRETTA LIVE(S.V. “PENSIERINI DEL  BUONGIORNO AL NUOVO GIORNO – Poesie del Risveglio della Vita - ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)












Nessun commento:

Posta un commento