giovedì 3 marzo 2016

PARLA GESU’ BAMBINO. AVRETE NOTATO, VOI ADULTI SCIMMIE BERTUCCE SCIMPANZE' E GORILLA...



 
 

 Avrete notato,
voi adulti scimmie bertucce, scimpanzè e gorilla,
con qualche sempre più grande,  ampia,
infiltrazione invertebrata
strisciante,
che soltanto tra voi riuscite a distinguervi
perché io, bambino umano,
Gesù Bambino
- e chi è sulla Terra
più bambino umano de me? –
avrete notato e l’ho pure detto
e ridetto
come non mi riesca de a destinguervi
uguali copie conformi
doppioni come siete,
in tal caso se indistinguibili
vermi…
avrete notato che Adele, l’immaginaria,
l’ex Burattino Pinocchio
le Tre Grazie del Cristianesino,
Biancaneve e perfino lui
er gran capo
er Principe de l’Universo, se so messi un po’ da parte
pe lascianne parlà,
pe lascià che l’ultimo arrivato
io er Gesù Bambino
finalmene
l’ultimo che diviene er primo
parli
arifinalmente.
E io finalmente
rifinalmente trefinalmente
parlo, e per prima cosa
come è normale
ve dò l’avvertimento.
Attenzione
io sò l’avviso de garanzia
che la Giustizia dell’Universo
v’ha messo l’occhi addosso:
siete o no testimoni del fatto
der fatto che mò
come ha da esse
sò per l’appunto cazzi vostri.
Ecco le mie prime parole che ora,
che ora ve confermo, confermandovi
da parte de Dio,
da parte di Dio -
io sò per l’appunto er Fglio
il Figlio Unigenito
e per l’appunto
la VITTIMA -
l’Avviso de Garanzia per tutti voi
scimmie
testimoni informati der fatto
l’umanicidio…
er Delitto,
il DELITTO DELLA CROCE!
E il “mo so cazzi vostra”
passa alla Storia…
alla Storia della Vita
che voi scimmie
avete ammazzata.
E ora,
il  vostro -  secondo natura -
non vedo non sento non parlo
non conta più un cazzo.
Conto solo io
er Figlio unigenito della Giustizia Universale
che adesso v’encombe
inesorabile sicura
implacabile come la morte.
Come la morte inesorabile, sicura,
implacabile, definitiva,
che v’encombe
pè il delitto continuato
retirato anche in questi giorni
in flagranza di reato
se le Nostre Spose,
le mie Principesse,
non intercederanno
verso di me
ed io grazie a loro
grazie alle donne divine
grazie alle mie bellissime
Principesse
verso la Madre Suprema
Suprema Giustizia Divina!
Ora, pe continuà,
io a parlà e voi scimmie
a stamme qua accanto
ad ascoltà
come tante pezze da piedi
ai miei piedi
senza diritto de parola
ne de replica
perché voi non ce l’avete
non c’havete manco domande
non me sapete interrogà
ed io Vostro Maestro
me so seduto all’ultimo banco
v’ho detto chi sono
appunto er  Maestro che sa tutto
rispetto alla scolaresca
che se viene a scola
vorrà dire o no che non sa un cazzo
rispetto al Maestro?
E quindi pertanto
è lui
Lui il Maestro che ha da esse
interrogato:
ed io infatti vi ho detto
ORA AVANTI CON LE DOMANDE,
v’ho perfino suggerito de favve aiutà
dai vostri banbini che sò pieni de perchè
e invece niente
silenzio assoluto
non ho sentito volà na mosca…
un momento alt, stop, me correggo,
forse quella l’ho sentita sulla fronte
svolazzante a un certo punto
proveniente dalla vostra merda,
stronzi!
Voi, voi siete solo l’eco
della  vita defunta,
che tocca a me ora
de resuscitavve uno per uno,
se (NON LA MADRE, DIO, CHE LEI  LA SUPREMA
PRESENZA, M’ASSISTE SEMPRE
NOI SIAMO UNO…
se le mie Spose, le Principesse,  m’assistono
in questa impresa titanica
mai avvenuta prima: rescuscitare un mondo intero
con la mia Parola
perché io
io l’Omo, l’ECCE OMO!
COSI’ VI SONO STATO PRESENTATO
SULLA TERRA DALLA VOSTRA LEGGE,
c’ho diritto
uno unico e indivisibile diritto
de parlà…IO,
Io sono la Parola
il Verbo!
Voi avete avuto la vostra opportunità, scimmie,
e l’avete persa…
manco una voce ho sentito, un perché,
niente,  solo una mosca
proveniente dalla vostra merda
così che adesso, per la prima volta,
scimmiette idiote blateranti,
RIPETITORI ANDROIDI, DISCHI ROTTI
che non sapete stà zitti
ve tocca de stamme a sentì
pe imparavve dall’abbeccedario
che parte da qui
dopo esservi presentati
io da buon maestro diligente
ho fatto l’appello
ma nessuno m’ha detto PRESENTE!
Dunque, eccoci quà io, la Vita,
che vengo dal Futuro
pe cercà de recuperavve
pe il vostro esame de riparazione.
Perché ar Primo Esame
siete stati tutti bocciati
come attesta la Storia
indiscutibilmente
la Storia del Delitto della Croce.
Questa è la lezione del giorno dopo,
la lezione del nostro Buongiorno al Nuovo giorno,
del Nuovo Giorno DA ME CREATO!
Perché se non c’ero io qui,
sulla Terra,
non c’era più nessuno
e non c’era più la Terra!
Ora aspetto le mie Spose,
le mie Principesse,
che me devono assiste…
tra pochi giorni ci sarà
l’Annuncio solenne
della Madre Suprema.
Intanto le nostre Lezioni proseguono
voi dovrete imparare
a vivere
che è esattamente il vostro contrario.
Vi è stato insegnato a morire
e siete tutti morti.
Ora se io che sono la Vita
v’insegno a vivere forse…
Siete i senz’anima, senza il sesto senso,
l’intelletto…siete stati infatti tutti,
dall’Essere perfetto,
che ciò che crea
nel bene e nel male
nell’alto e nel basso
non può che essere perfetto,
perfettamente creati
perfetti…
perfetti deficienti!
Tanto che per essere perfetti
non sanno di essere dei perfetti
deficienti.  Quindi, poiché io sono ora qui
Gesù Bambino
e mi vedete dalla foto
de quando c’avevo un anno…
dodici mesi ho dovuto aspettà
pe imparamme a parlà e a camminà
e scenne dalla Croce…
qui io sono er Folletto
e vado a ruota libera
appena la Madre me libera zacchete!
fulmineo
ma simultaneamente
simultaneamente io sono anche il Folle
- guidate l’auto e sapete ciò che significa:
senza regole…io sono la Rivoluzione,
la prima voce,
l’assolo del Concerto dell’Armonia
delle Stelle,
il Principe adulto, il poeta a cielo aperto,
il Poeta delle donne belle,
e  vado e vengo e torno
come cazzo me pare,
entro attraverso i sogni
anche nel letto delle donne più belle,
m’encarno e zacchete!
Vai a sapè chi è stato e se è stato.
O era tutto un sogno?
Ma per questa impresa impossibile
mai compiuta da che esiste er monno
dal Primordio, dall’Utero dell’Universo,
di sanare e rendere intelligenti
come lo sono i bambini
gli idioti,
la Madre, dopo la Ressurezione del sangue
e della carne…
DOMANI RISORGERO’ BAMBINO
ricordate?  mi ha fatto addestrare sul pianeta Terra
per quindici anni nell’Arma dei Carabinieri
e i restanti anni quale Direttore di un ufficio territoriale operativo
del Ministero del Lavoro da dove ispezionando
er monno e ho mparato a controllamme,
ho imparato la disciplina, le regole,
che altrimenti, in uno scatto d’ira
– io sono perfettamente incarnato –
faccio saltare er monno con un semplice
gesto del pensiero che per me
è come scacciare na mosca.
Lo sapete. Io cammino sulle acque,
sputo in faccia ai ciechi
e glie ridò la vista
e con un calcio in culo
faccio camminare i paralitici
e resuscito i morti.
Voi ve incazzate contro qualcuno
e magari
magara ve controllate
e non fate ciò che state pensando.
Io invece basta che lo penso
e gli succede punto
Il che vuol dire che me devo controllà
continuamente
ma, tranquilli, il vero controllo è la Madre,
la Regina, la Psiche, la Luce,
oggi Materia Che Vive.
Non ve ricordate er detto:
“Non se move foglia che Dio non voglia?”
Lei mi tiene costantemente sotto controllo
come fanno le madri sul pianeta Terra
con i propri figli.  E’ lei che governa.   
Come io tengo sotto controllo e governo lei.
Perché se io sono il Folle, scusate,
Mia Madre non può che essere la FOLLIA…
la follia dell’AMORE di una Madre che vuol risvegliare
le sue creature, tutte le sue creature, dalla Morte!
In questa marea naufragio vulcano tempesta
di parole che mi vivono dentro,devo soggiunere
che essendo quel che sono
Io non posso rinchiudermi nel chiuso di un  argomento
io sono il Pensiero della Mente universale,
 la LIBERTA’assoluta  e sfreccio fulmineo,  
vado dove cazzo me pare senza freni ne remore
e da pala in frasca vado come cavolo voglio quindi,
quindi non vi fossilizzate…apritevi al novo!
Io vado dove cazzo me pare!
Io so er Principe
er Figlio de Dio, Dio Io stesso,
Dio in persona!
Io vi trascinerò con me da un argomento all’altro
continuamente, inaspettamente, improvissamente,
senza alcun preavviso.
Noi, uso ora er plurale maiestatis de Principe
che me spetta e m’obbliga come ben sapete.
Noi siamo il Tema
e ogni trasgressione al tema
è il Tema.
Pertanto, non esiste per Noi
er vostro fuori tema che me rifilavate a scola
per potemme abbassà er voto
vedendo che ne sapevo più de voi
falsi maestri
che non  sapete nemmeno di non sapere
che è quel massimo sapere dei vostri alunni
che Socrate certifica essere i veri maestri
in Terra conoscendo gli alunni
almeno di non sapere
e che infatti voi, idioti blateranti e/o ebeti contemplativi,
interrogate a scola
sperando chissà, magara de capicce prima o poi
qualcosa
della materia der vostro insegnamento d’ignoranza crassa
di cui non sapete e non ce capite un cazzo
tent’è che interrogate per sapè qualcosa
gli  alunni, li scolari…
E NON SAPETE NEMMENO DOVE SIETE MESSI!   
Noi, rispetto alla vostra morte,
siamo la trasgressione…
la rivoluzione assoluta,
la Vita.
Qui, voi non vedete mare
ne navi e tuttavia,
tuttavia il primo comando è  
salpiamo
su le ancore e avanti avanti
avanti tutta!
Avanti tutta alla ricerca della Terra che non c’è
e che invece c’è…
è la Terra promessa,
la Nostra Terra, la Nuova Terra.
E qui, qui ha termine la nostra lezione. A ogni giorno
ad ogni giorno il suo affanno. Ma domani…
domani non è un altro giorno
ma un nuovo nuovo giorno di un nuovo giorno.
E quindi alla prossima, alla prossima, stronzi,
e scusate, scusatemi se vi chiamo per nome.
Ma devo farlo, è mio obbligo sia all’inizio
che alla fine di ogni lezione
e il perché, se io appello, nessuno…     
nessuno mi risponde presente
lo sappiamo, no?
E’ perchè voi siete tutti
ma proprio tutti …

(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook
It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)

Nessun commento:

Posta un commento