sabato 12 marzo 2016

LEZIONE DI COSMOLOGIA COMPARATA. L’AMOR CHE MUOVE IL SOLE E L’ALTRE STELLE



Nei versi poetici assai noti:
“L’amor che muove il sole
e l’altre stelle”,
intitoliamo l’interferenza turbativa
con l’Ipermondo, il Mondo Parallelo Iperbarico,
Prosieguo spaziale e temporale
verso l’Infinito Mondo delle Stelle
avvertita e segnalata dal Principe il giorno scorso
con il Comunicato universale planetario  n.3 .
indirizzato a tutte le Nazioni della Terra e all’ex Stato Vaticano ora Centro Biologico Operativo
dello Stato dell’Universo sulla Terra.
L’Ipermondo, il Mondo Parallelo iperbarico,
è il Tempo imperfetto che abbiamo stabilito
per il terzo passo da compiere
insieme ai Trapassati remoti prossimi,
recuperati per raggiungere assieme a noi
l’infinito presente  e insieme
proseguire.
E tanto vi viene comunicato
poiché è necessario che voi veniate,
siate e restiate  compiutamente informate,
Valchirie del Regno dei Cieli,  
affinchè ci comprendiate -  la Regina Madre Iddio e Noi il Principe dell’Universo - con adeguata sufficienza.  
Io sono la Parola di Dio e quando mi muovo
ne sono il Verbo Portatore.
Riflettete dunque rapidamente
e attentamente preparatevi per l’ultimo passo,
il terzo, perché dal Mondo immaginario stiamo attraversando il tempo Imperfetto dal Verbo incarnato creato, dirigendoci verso il Mondo reale del presente.
Per comprendere con chiarezza la natura
dell’’interferenza turbativa, è necessario che voi
sappiate quanto segue che è di fondamentale importanza per la prosecuzione del nostro Viaggio
nel tempo,
perché è questo, questo Viaggio nel tempo,
che Noi, il Verbo incarnato
e la Madre Iddio, vi stiamo facendo fare.
Abbiamo recuperati i Trapassati prossimi,
tra i quali ci sono i vostri cari defunti,
ed ora mentre la situazione direzionale è
rimasta invariata, la nostra prospettiva  è stata invece completamente  rivoluzionata dal Verbo incarnato, perché davanti a noi c’è il Trapassato remoto prossimo con i Trapassati remoti prossimi,
tra i quali i vostri cari defunti, Trapassato remoto prossimo trasformato nell’Imperfetto Ipermondo parallelo iperbarico,
il che significa che, come detto, siamo stati superati
dal Trapassato remoto prossimo, che assume ora   
la denominazione di Mondo Parallelo Iperbarico, Tempo imperfetto del Prosieguo spazio
temporale verso il Presente infinito; e nel far questo,
è avvenuto - senza che voi, Valchirie del Regno dei Cieli, ve ne siate rese conto: e tanto meno possono essersene resi conto i Primati, i quali come è noto, ignorando completamente chi sono e dove sono,
si dissolveranno gradualmente e soporificamente in pace senza avere alcuna coscienza di ciò che sta accadendo e accadrà - è avvenuto,  stavamo dicendo, che da capovolti e rovesciati ci siamo raddrizzati prendendo la giusta posizione e alle nostre spalle vi è ora il vuoto assoluto  e, di fatto,  siamo ora noi, i Trapassati remoti prossimi, e i Trapassati remoti a noi prossimi di ieri, sono adesso al nostro posto i Passati remoti a noi prossimi, tra i quali ora risorti e viventi ci sono i vostri cari.
Questa è la bella novella. La Novella altrettanto  bella che chiameremo EVANGELICA,   è che tocca ora a voi insieme a Noi, la Madre e il Figlio,  assumere  le redini senza guardare e procedere all’indietro, coltivando la memoria dei nostri cari perduti, ma avanti finalmente  e memoria recente,  perchè il vostro e nostro futuro è la Vita, l’Universo della Luce,  il Progetto originale della Vita, che recuperato compiutamente e compiutamente trasferito nell’Ipermondo spaziale e temporale -  verso il quale ora, recuperato e rinato Ipermondo spaziale e temporale, Mondo parallelo iperbarico , vive il Trapassato remoto, tempo per sempre dissolto - ora l’Imperfetto tempo a noi prossimo  è il tempo Futuro; e la Rivoluzione assoluta dei tempi della Vita, è pienamente riuscita e avvenuta. 
Ringraziamo il Principe,  Nostro Unigenito Figlio, per l’impegno profuso e il successo della Sua impresa da solo eroicamente compiuta. Grazie, Grazie mio Principe!
E chi vi parla Ora, in Prima persona, è in questo preciso momento nel corpo vivente del Verbo, Suo portatore e unigenito Figlio, la Regina Madre Iddio per tutte voi Valchirie del Regno dei Cieli, vivente e in vita per sempre. Allelujah!
Pertanto ora, ringraziando la Madre per le belle parole profuse nei mie riguardi, riprendo adesso io, il Principe, la parola e la nostra Lezione di Cosmologia comparata, comparata all’Amore nella quale, assolutamente inaspettata,  è intervenuta in prima persona - e ne avete sentite e ne sentite e ne sentirete per sempre in voi le parole divine -  è intervenuta in prima persona per la prima volta
                 la Regina Madre Iddio!    
L’interferenza perturbativa dell’altro giorno era infatti dovuta a quella misteriosità del cuore che la nostra Rita, che ora è già li e con tutti i vostri e nostri cari e ci aspetta, aveva quale anima pura sentimentalmente intuito.
Il principio era una emozione. Inizia così
a un certo punto una parte di Madre Materia,  
il Libro della Vita che nella Biblioteca Nazionale di Roma, al Centro e nel cuore della Terra,
sepolto sotto cumoli di macerie di polvere,  
giace segretamente nascosto,
ma che ora, germoglio della Vita, stà per darci i suoi frutti e germoglierà.
Germoglierà per sempre su tutta la Terra!
L’interferenza proveniente dal nostro prossimo Futuro, è stato il primo palpito, il primo pulsare del cuore di una Madre.
Allelujah!
La Nostra lezione termina qui. Grazie. Grazie e fatene buon uso. E grazie del tempo e dell’attenzione che ci avete concesso.
Alla prossima. Alla prossima lezione. Al nostro Futuro! 
(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo”. Pinterest/Pin It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)

Nessun commento:

Posta un commento