lunedì 28 marzo 2016

LE SIRENE



Rimessosi in rotta,

Odisseo se la vede con le pericolose sirene;

allora tappa le orecchie ai compagni

e si fa legare all'albero della nave per ascoltarle.

Superato lo scoglio delle sirene

si sta dirigendo verso lo Stretto di Messina.

Scilla, Cariddi e l'isola di Elio…

Ma tornando alle pericolosissime

sirene

alte snelle sode

formose al posto giusto

una bocca bellissima

una figa

un gran culo tondo rotondo

meraviglioso

due zinne fantastiche

e per occhi….
per occhi due stelle.

E una coda?

Una coda di pesce sirena?

Eccola la pericolosità.

Odisseo c’ha avuto paura

e d’altra parte egli era

un comune mortale

una povera scimmia

e si è fatto legare all’albero della nave

per non essere attratto

da quelle magiche voci.

Ma con il Principe

è un’altra storia.

E’ lui ad attrarre le sirene!

E poi

e poi conoscendo la fissa

che la Divina Madre gli fece

più che le voci magiche incantatrici

delle sirene

ad attrarre il Principe  come calamite

sarebbero stai i gran culi bellissimi

delle sirene

se ben più visibili

e non nascosti

sotto  lo squame di pesce….

DIRETTA LIVE(S.V. “PENSIERINI DEL  TARDO MERIGGIO DEL TEMPO  – Poesie della Sera - ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



Nessun commento:

Posta un commento