mercoledì 9 marzo 2016

INSANITA’ VECCHIAIA MORTALITA’ PROTEMPORE



Tutti dicono che il cervello sia l'organo più complesso del corpo umano, da medico potrei anche acconsentire. Ma come donna vi assicuro che non vi è niente di più complesso del cuore, ancora oggi non si conoscono i suoi meccanismi.  Nei ragionamenti del cervello c'è logica, nei ragionamenti del cuore ci sono le emozioni.
Queste parole sono di Rita Levi Montalcini. La ricordate? La Premio Nobel .E’ morta, trapassata, poverina.
E ora esaminiamo meglio le nostre parole.
Per il momento le nostre parole, le parole vive,  non quelle di Rita che con lei sono trapassate, cioè dal passato remoto sono finite nel trapassato remoto.
Ricordare.  Memoria. In quale parte del corpo
alloga la memoria?
E voi, subito, pensate di rispondermi:  nel cervello. Ma poi, pensando alle persone a voi care, trapassate, mi rispondete…
nel cuore.     
A si? Non nel cervello, ma nel cuore dove albergano, secondo la povera Rita, le emozioni e quindi anche l’amore?
Voi pensate…quindi siamo nel tempo presente, giusto?
Ed ecco stabilito il tempo giusto? Affatto perché
è il contrario
non abbiamo stabilito il tempo presente
ma il passato remoto  dal momento che Rita morendo
è finita nel trapassato remoto
il che significa che prima,
prima quando pensava d’esser viva,
si trovava nel passato remoto
dove tutti noi siamo adesso sulla vecchia
Terra.
Esatto? Esatto.
Ed ecco che abbiamo stabilito
il nostro tempo da vivi, al presente,
che non è nel presente
ma addirittura nel passato,
e nel passato remoto.
Giusto? Giusto.
Ma voi siete sicuri che finora lo sapevate?
E no, affatto, lo abbiamo scoperto adesso,
soltanto adesso nel passato remoto,
il che  significa che il passato remoto
è il nostro tempo presente.
Pertanto, i morti anagrafici
trapassano e vanno a finire
dal passato remoto al trapassato remoto.
Sono dunque morti trapassati, perduti per sempre?
E no, assolutamente no,
NON SI PUO’ MORIRE DUE VOLTE,
perché erano morti prima, erano passati remoti, niente affatto presenti
come lo siamo noi adesso.
C’è addirittura un tempo intermedio,
tra il nostro presente che è il passato remoto
e il vero presente …
ossia c’è il tempo imperfetto
al quale voi oggi, e da sempre,
passati remoti,
vi aggrappate come ancora di salvezza
per giustificare i vostri continui errori.
Ma purtroppo siete perfetti,
perché il passato remoto, il nostro presente,
è un tempo perfetto.
Però, però vediamo subito
che il passo dal nostro perfetto,
ossia dal passato remoto,
per arrivare al vero presente
che è il mondo dei (veri) vivi,
è molto MOLTO vicino, grazie al tempo imperfetto.
Per cui, è il nostro primo traguardo.
E abbiamo altresì stabilito che se noi riusciamo
- e lo stiamo facendo adesso
esattamente in questo momento -
se riusciamo a passare
dal perfetto all’imperfetto
che è il nostro primo passo,
siamo sulla strada giusta.
E non solo perché avendo i piedi
in due staffe, avanti a noi a un passo
l’imperfetto e, appena dietro di noi
Rita con tutti gli altri trapassati,
non vi sembra possibile
che possiamo  
recuperarli e, tutti insieme,
proseguire verso il presente
verso il vero presente
il presente dei (veri) vivi
compiendo insieme l’ultimo passo,
il terzo passo?
Ed io ve lo avevo anticipato.
Tre giorni, tre passi.
E chi di voi
chi di voi non ha persone care
trapassate
che vorrebbe recuperare
e rivedere?
Ma ecco dove vi trovate adesso,
è il titolo della  nostra lezione attuale,
vi trovate, ci troviamo nel MONDO DELL’INSANITA’, DELLA VECCHIAIA  E DELLA MORTALITA’,
per vostra fortuna
PROTEMPORE…
la Madre Suprema
pensa a tutto
Lei è la Mente del tutto. E i tre fondamenti
inviolabili
del vero Presente, cioè della Vita,
che è l’Infinito Presente dell’Essere,
e che vi abbiamo elencati,  annunciati,
alla Festa delle Donne,
sono esattamente il contrario
del Mondo atomico della Morte:
Sanità,  Perenne Giovinezza,
Immortalità!
E’ una formula, la  formula della Vita..
precisamente il contrario
della famosa formula della relatività
di Einstein: E uguale MC al quadrato,  
che è la formula della Morte…
il titolo della presente nostra Poesia
- la chiamiamo così oppure...
oppure è Scienza, SCIENZA ASSOLUTA? - 
che corrisponde esattamente
alla formula...E uguale MC al quadrato
vale a dire: ZERO, ZERO SPACCATO…
la Bomba!
Il Mondo atomico
della Morte.
La Madre ci ha penato tantissimo
per ficcarla in testa
a Einstein, scimmia  affetta
da una gravissina forma di cretineria...
Non avete mai riconosciuto dalle immagini
di Einstein, la faccia ridente dell'idiota?
A me sembrava perfetto per fargli fare il Capo 
di Stato in qualche Nazione; ma la Madre Suprema 
ha deciso diversamente: Lei  lo vedeva meglio come genio (genio relativo delle scimmie ovviamente).  
Ma completa, un po’ complessa,
e molto molto complicata,
LA FORMULA DELLA VITA
l’abbiamo pubblicata tantissimi anni fa,
al Mondo della Terra,
nel Nostro Libro
UFO, LA RAGIONE UNITARIA
in copertina, affinchè fosse subito visibile.
Ed è ancora esposta al Mondo delle Scimmie,
agli atti polverosi
della Biblioteca Nazionale di Roma,
incompresa, dimenticata
dai primati.
Le Nostre spose, le Principesse del Verbo
incarnato,
provvederanno  a recuperare
IL LIBRO “UFO, LA RAGIONE UNITARIA”
con ogni altro Nostro Libro,
Nostro…Mio e della Madre,
e a leggervelo, a spiegarvelo.
Le mie Spose,
le Valchirie del Regno dei Cieli,
le Principesse del Verbo incarnato,
saranno insieme a me,
CHE SONO IL VOSTRO MAESTRO…
le vostre Maestre,
in ogni Nazione…
ovunque
e in ogni luogo,
angolo, anfratto  del Mio nostro vostro
pianeta!    
Ma ora dobbiamo approfondire
il Progetto dell’Opera Cristiana
che ci attende e costituisce,
onde compiere il nostro terzo passo,  
il recupero prima dei Trapassati remoti,
i nostri cari,
che sono a noi molto molto
vicini in quanto, in quanto in realtà,
il tempo trapassato
rispetto a noi,
che siamo i passati remoti,
costituisce
il TRAPASSATO PROSSIMO
non il remoto
e che infatti è appena a un passo
da qui, da noi, da voi…
da dove ci troviamo adesso.
Loro, rispetto a voi,
non trapassati remoti
ma TRAPASSATI PROSSIMI,
così che tra poco
li incontrerete, li rivedrete,
li riabbraccerete.
Ora, ora dovreste aver compreso
che ogni mio scritto
di letteratura, scienze
e scrittura creativa,
costituisce insegnamento,
dal mio più piccolo e breve verso poetico
al saggio filosofico più lungo e complicato.
Anche e soprattutto dalle mie creazioni
in cui utilizzo  le vostre così dette
“parolacce”, nonché immagini di nudi di donna.
In realtà, parole e immagini neutre,
come il coltello per tagliare il pane
che se lo usi per ammazzare
diventa un’arma, un’arma
come qualsiasi cosa, qualsiasi oggetto
che utilizzi per esempio
per spaccarlo in testa
a qualcuno …
Ma non ci prolunghiamo oltre,
la Nostra Lezione,
ossia questo Nostro Scritto
termina qui.
Il compito da svolgere a casa
è: LEGGERE,  
ATTENTAMENTE,
PONENDO LA MASSIMA ATTENZIONE
CERCANDO DI CAPIRE
E RIFLETTERE!
Alla prossima…
alla prossima Lezione!  
(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI . Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)





Nessun commento:

Posta un commento