venerdì 26 febbraio 2016

SUL PIANETA DELLE SCIMMIE



 Il pianeta Terra che m’appartiene,
per l’ennesimo scherzetto della Natura,
l’Iddio assoluto, la Madre Suprema,
      la MADRE CHE VIVE…
la quale è una terribile burlona
e me l’ha fatto intestare
per risarcimento del fatto che le scimmie,
le quali infestano la Terra, le bertucce e i gorilla,
                   m’hanno dato il benvenuto,
hanno festeggiato duemila anni fa l’arrivo del                         Padrone della Terra,
    l’arrivo del Principe dell’Universo, l’Unigenito,
                         l’arrivo sulla Terra
         dell’Uomo e del figlio dell’Uomo,
                            il Cristo!
            appendendomi a una croce!
 Sul pianeta delle Scimmie, vi stavo dicendo,
dopo la mia Resurrezione, e dunque oggi appena rinato bambino,   ho iniziato la mia prima lezione ufficiale in qualità di Maestro, per l’unica impresa che Noi, la Madre ed Io,  non abbiamo finora mai compiuto.
Abbiamo fatto di tutto, ci siamo divertiti un mondo,  
abbiamo perfino resuscitato i morti, ma mai,
mai mai mai
sanato un deficiente trasformandolo in un essere
dotato di intelligenza, per l’appunto da scimmia idiota,
blaterante, da scimmia che parla e che c’ha cinque sensi, in un essere dotato anche del sesto senso,
l’anima umana!
E siccome io mi sono presentato forse
forse un po’ troppo giovane per voi, perché ho dovuto prendere con me
gli unici esseri vivi e viventi
cioè ancora umani, gli esseri dotati dell’anima
ossia del sesto senso: l’intelligenza…
le anime vive, i bambini,
separandoli dagli adulti, le Scimmie 
che infestano la Terra... 
e per la prima volta vi ho mostrato
la mia immagine bambina…
avevo appena compiuto un anno!
E siccome siamo sempre a
                           Scuola di Cultura della Vita!
                           ed io sono il vostro Maestro...
mi compete adesso, dicevo, l’obbligo di presentarvi
la Madre, che è qui con me,
lei c’è sempre e rompe, sapete no
come sono fatte le madri!
Ed eccola qui la Sua nuova immagine
per voi decifrabile.
Noi, in fondo, abbiamo la stessa età.
Siamo perciò un po’ strani come Madre e Figlio.
Noi, ci siamo da sempre. Lei, la  Psiche, la Mente, 
io il suo Pensiero.
Lei, la Luce, la Regina immortale,
ora con la realizzazione dell’Universo
uno unico e indivisibile… Materia Che Vive!
Io, l’unigenito, il Principe,  suo immortale Portatore.
Dove è lei, sono io e viceversa.
Io vi ho descritto come è fatta. E’ l’originale
delle donne più  belle sulla Terra
contaminate e degenerate in scimmie insieme agli scimmioni, bertucce, ma che un tempo eran divine
divine come Lei, come me.
E la sua immagine terrena è quella
della Madonna, la donna più bella,
che io vi ho mostrato.
Ebbene,  l’immagine della Madre che più s’avvicina
al reale, ringiovanendola bambina, magari qui un pò bruttina e non ancora sbocciata nella belllissima donna  divina come me perennemente giovane...
io l’ho presa con il Suo consenso
apposta per voi scegliendo
un personaggio molto conosciuto sulla Terra
e con qualche anno più di me
che in questa immagine c’ho soltanto un anno.
Eccola qui è…
Pippi, Pippi Calzelunghe, rossa lentigginosa
dispettosa prepotente vendicativa burlona
e che le rassomiglia perfettamente.
Perciò, tranquilli, tranquille scimmiette,
tranquilli gorilla,
siete in ottime mani…
Pippi Calzelunghe e il figlio, un bimbo di un anno
che è appena sceso dalla croce incazzatissimo!
Auguri…  

DIRETTA LIVE (S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI . Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)


Nessun commento:

Posta un commento