sabato 20 febbraio 2016

PARLA IL PRINCIPE. IL DELITTO DELLA CROCE: L'UMANICIDIO. APPROFONDIMENTO…




PARLA IL PRINCIPE. IL DELITTO DELLA CROCE : L'UMANICIDIO.  APPROFONDIMENTO...
Marocchino avrebbe truffato 20.000 euro agli italiani percependo indebitamente per quattro anni assegni di sostegno sociale, mentre era rientrato nel suo paese. Clamoroso. E’ in prima pagina su tutti i quotidiani e i  Tg.  Invece, i miliardi di euro che gli umanicidi in flagranza di reato continuato e aggravato - i politici, i criminali perfetti, gli istituzionali d’appoggio e gli affini, e i semplici  sintomi, coloro che li votano perché vedono in loro il proprio campione, GLI ELETTORI - rubano quotidianamente agli italiani sostenuti dagli infami collaborazionisti  traditori  infiltrati nei servizi mediatici che gli fanno da palo,  è un fatto secondario di poca rilevanza, trattasi di spiccioli.
Lo scemo del paese, addirittura del Paese Campione, pertanto presidente, capo,  rappresentante del Paese campione, capo e rappresentante di tutti gli scemi campione del paese preso per campione dalla planaterietà del  mondo degli idioti, copie conformi di un contesto a ricalco, stà lì inerme a guardare, ebete, a bocca aperta.
E cos’altro potrebbe fare? E’ la propria natura, la natura negativa invertita dei tutti abitatori di un Mondo alla rovescia…l’Immondo.
Cosa facciamo? Continuiamo a chiamarvi negativi invertiti? Rifiuti umani e aborti di vita? Scimmie parlanti? Ripetitori androidi, copie conformi,falsi biologici relativi, morti che parlano, i baubaubaublablablateranti, i Non capisco un cazzo, i Non sanno neppure dove sono messi, gli Eccetera eccetera eccetera?
Ci siamo stancati a morte. Oh, scusate, perdonateci…abbiamo nominato invano il nome della madre vostra…LA MORTE!
Fatto sta che ora dobbiamo semplificare, sintetizzare, e non perderci in ghirigori, paroloni.  Siamo tornati bambini, grazie a Dio, grazie al vero Dio, al  DIO ASSOLUTO, la Madre sublime. E dovendo rispondere ad ogni perché dei bambini,  il si è il si e il no no. Punto.
Quindi, vi chiameremo semplicemente per quel che siete e vi riassume in ogni qualifica, qualificazione e specializzazione, vi chiameremo dunque …idioti, oppure preferite deficienti?
Dei poveri idioti perfetti, poveri perfetti idioti, tragicamente spaventosamente irreversibilmente affetti dal Flagello…L’Analfabetismo intellettuale, l’avaria dell’intelletto, la perfetta avaria cerebrale, la morte…LA MORTE  DELLA  MENTE…l’IDIOZIA, LA MORTE DEL CERVELLO!
Semplicemente, totalmente, irreversibilmente IDIOTI!!! Oppure  preferite deficienti???
Con la mia voce limpida e chiara di bambino, riassumendo i due nomi ve lo dico perciò ancora più chiaramente, ancora più semplicemente…SCEMIIIII!!!  
Ecco ciò che voi siete. Semplicemente. Papale… e già, PAPALE ci verrebbe da dire, ma poiché si riferisce al Sommo sacerdote, a Kaifà, all’usurpatore, all’Antiscristo,lo mettiamo da parte. Immediatamente. Per ora.
Nel silenzio di tomba del cimitero terrestre devastato dal Baubaubaublablablaterante e  straparlante generale,  dei parlanti a vanvera, degli straparlanti baubaubaublablablablateranti,gli idioti, gli scemi ecc.ecc.,  …ecco, ecco all’improvviso un sussulto, una parvenza di respiro, un fruscio, una specie di respiro, una scintilla, una parvenza di coscienza, di risveglio, un sussulto, un sospiro, uno spiraglio…uno spiraglio di vita.
Ed ecco; ed ecco nel buio totale fitto della notte piena dei morti, un barlume, un barlume di luce, un barlume di coscienza.
Una presa di coscienza?  Be,  sarebbe troppo, troppo ottimista. Una confessione per il momento.  Un’accusa lucida dettagliata vissuta sofferta,  proveniente non da uno scomparto diverso del Corpo socio economico dominato dallo Spirito immondo, il Male Perfetto, e dunque denuncia o critica morta defunta reiterativa, qualunquista; ma denuncia proveniente dallo stesso contesto dell’informazione mediatica.
E’ la prima volta che succede. Siamo sulla via del risveglio? Non ancora, ma ci stiamo avvicinando: per la prima volta è come se il Je accuse, dopo il fatidico: “Le donne sono tutte puttane”, non prosegua con l’altrettanto fatidico napoletanismo  “Eccetto mammata”, ma proseguendo, testualmente reciti cone in una confessione: “Anche mamma, soprattutto mamma!!!”.
Una confessione. Dunque una confessione, finalmente . Una parvenza di risveglio. Una minima presa di coscienza.
Siamo tutti i soggetti di un esperimento. Dopo la creazione del PIANETA DELLE SCIMMIE CHE PARLANO, eccoci alla creazione del PIANETA DEGLI DEI.
Perché è per questo, per questo paradiso sulla Terra, sulla Nuova Terra, che La Madre e il Figlio sono qui a salvare,  a reclutare per il Regno dei cieli.
Ora, il vostro compito è arduo  – c’è qualcuno qui che ci sente ? Se c’è e a lui che ci stiamo rivoLgendo – il vostro compito è arduo quanto il nostro, perchè finora abbiamo fatto di tutto, creato e fatto e ricreato e rifatto e creato e ricreato, di tutto.
Ciò era necessario per l’obbiettivo della Madre e del Figlio…CONQUISTARE lo Spazio infinito. La Vita!
E avete sentito dalle voci provenienti dal Primo Cristianesimo (seppure a volte contraffate, censurate, mistificate), avete sentito parlare di guarigioni incredibili, miracolose. Ma è’ vero, è tutto vero. Abbiamo risanato e fatto di tutto.Abbiamo perfino resuscitato un morto…C’è scritto e riscritto testimoniato e documentato nei vostri testi!
Ma non si è mai sentito che sia stato risanato un idiota. E infatti non è mai successo che un deficiente, un idiota, un cretino – cioè uno come voi -  sia diventato un essere intelligente. Mai!
Sarà la prima volta, e se ci riusciamo, la nostra impresa sarà la più grande impresa di tutti i tempi.
Ed è infatti l’impresa del nostro raccolto. Ciò che è seminato, si raccoglie. E il primo risveglio è stato il Principe, il quale ha ritrovato se stesso nascosto e sepolto protetto dai rapaci sotto la buona terra, una terra dura fatta di pietra come la testa dura di Pietro e della sua chiesa fatta di dura pietra. 
Anche tra gli apostoli più idioti, Pietro era il più ottuso e il più duro a comprendere:  lo abbiamo detto allora, e lo ribadiamo  oggi, oggi nei tempi dell’annunciata Apocalisse, oggi nei tempi dell’altrettanto annunciata  Grande Conoscenza, oggi che siamo in grado di dimostrarlo rispondendo ad ogni perché e ad ogni nostra promessa, annuncio o preannuncio.
Non ci inventiamo niente. E tantomeno di nuovo. Non ne abbiamo alcun bisogno. E’ tutto documentato e scritto nei vostri testi!
Dobbiamo semplicemente seguirli, alla lettera, parola per parola. Perché, ve lo spieghiamo adesso più chiaramente potendolo dimostrare, è già tutto avvenuto, è già tutto fatto.
Siamo venuti come ladri di notte senza che nessuno ci vedesse, senza che nessuno se ne accorgesse, ma non per rubare, all’inverso per dare. I testi.
La nostra carne, il nostro sangue,  il nostro corpo. La nostra Croce e la Voce, alta, solenne,  folgorante, fiammeggiamte. In diretta live. La Vita. La voce viva. Risorta.  La voce del Cristo!!! La voce viva, alta solenne folgorante fiammeggiante del Principe della Vita, in diretta live nel Mondo dei morti!
LE NOSTRE PAROLE CHE NON PASSERANNO, e che voi deficienti avete custodito per Noi!    
Vediamo adesso fino a quando e come riusciranno gli UMANICIDI a censurarci, a giocare a rimpiattino, a nascondarella, allo struzzo, a fingere che non ci siamo...gli Umanicidi, gli EREDI RESPONSABILI OGGI DI DELITTO DELLACROCE, gli Umanicidi in flagranza di reato continuato e aggravato:  i media, i politici, i governatori, i capi di stato, i sommi sacerdoti, I Caio, i Sempronio, I Pincopallino, i Vattelapescachi che stanno assisi sul troni della Terra e ne sono il campione, l’emblema, la feccia, la feccia dei più infami, dei più tonti,  dei più idioti, dei più assassini, dei più ladri eccetera ecceterra ecetera .
Prima che li divoraste, separandoli dai morti abbiamo salvato dagli zombi barcollanti, da loro e da voi, morti nell’anima, deficienti perfetti...abbiamo salvato i vostri bambini, i vivi, i vivi nell’anima!          
E ora ci aspetta il compito più arduo. L’impresa delle imprese. Sanare i deficienti. Uno per uno. Voi!
Certo è più che urgente.  Specialmente ai posti decisionali e di comando, c'è gente bisognevole di immediato ricovero a sirene spiegate al Pronto soccorso per matti deficienti. Gente pericolosissima  che ha perfino una famiglia e dei figli in continuo pericolo di vita con genitori zombi e umanicidi divoratori di anime bambine.     
Ma ci vuole tempo. Ogni giorno ha il suo affanno. Non possiamo fare tutto in un giorno. D’altra parte il vostro Dio relativo…E adesso, spiegandolo, ribadiamo (non ripetiamo) quanto detto a suo tempo.
Voi mi dite, e i vostri testi lo dicono,  che il vostro Dio relativo creò il mondo in sei giorni, giusto?
E fu così che al tempo del  Primo Cristianesimo, vi fu detto – semplicemente per fare un semplice esempio onde dimostrare la velocità del Bene rispetto al Male e per spararla più grossa della vostra - che il tempio del Male perfetto, lo Spirito immondo, sarebbe stato abbattuto nella metà di quel tempo,  ossia in tre giorni. Cavolo e stracavolo, ma siete tutti dei Pietro, i più tonti - testa dura come la pietra - come potevano esserci i giorni, se lo spazio e il tempo non erano ancora stati creati? E' la Madre Che Vive , l'Iddio Assoluto, La Suprema Entità Divina che ha creato il mondo  e c'ha messo dentro anche il vostro Dio relativo, il falso, lo SPIRITO, il vostro SPIRITO IMMONDO! 
E allora permettemi, permetteci, PERMETTETE ALLA MADRE E AL FIGLIO di spararla altrettanto grossa e di ribadire l’esempio dei tre giorni, anche per quanto riguarda il risanare i deficienti e risvegliare gli incoscienti, i comatosi profondi, ossia voi, voi tutti! I MORTI!!!  Morti senz'anima figli dello Spirito, la Morte, morti nell'anima figli dello Spirito immondo...


(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook
It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purché ne venga citata la fonte)

Nessun commento:

Posta un commento