lunedì 29 febbraio 2016

COL CAZZO !



Rieccoci qua
adulti                
tontoloni blateranti
scimmiette saltellanti
come i rospi nel fosso.
Più ce penso e più
me sembrate infiniti
voi
voi e non io che sono l’omo
figlio de Dio
voi scimmie che volete esse
sempre le prime
sgomitate pè superà l’altri
con qualsiasi mezzo,
ve inculate una co l’altra
sembra che osserviate dei turni
come i frosci;
già sempre quelli con la lettera s
che s’inculano tra loro
odiano le femmine
perché lo prendono in quel posto
senza alcuna fatica segreto riserva
costrette a nasconderlo
ma apertamente
- è il loro ruolo
il cuore del focolare domestico…
il cuore o il culo?
già quello lo nascondono
per pura creanza pure le femmine, 
adulti di merda! –
mentre i maschi
i frosci con la s
se devono agguattà
spinge il petto in fori
da perfetti gorilla
pè fa vedè che so maschi
e violentano in gruppi de scimmie
tre quattro dieci venti e più
contro na povera femmina
pè accoppiasse tra loro
usando quel povero corpo
de femmina
fatto a somiglianza e immagine
de Dio,
che fino a poco tempo fa
secondo i gorilla capoccia
della chiesa de Pietro,
non c’aveva manco l’anima.
L’anima? De li mortacci loro!
E forse pè quello
proprio per quello  
non ce l’aveva.
Lei, la donna,
un briciolo di vita
di sesto senso
forse lo conserva ancora!
Ma la cosa più grave,
imperdonabile,
oltre al Delitto dell'Irriconoscenza
nonostante tutti gli avvertimenti...
Vigilate, state attenti,
non sapete quando viene il padrone de casa,
non fatevi trovà impreparati
irriconoscenti. Il padrone de casa
viene come un ladro de notte
che raramente
voi, scimmie idiote,
quasi mai scoprite in flagranza di reato,
sul fatto, ma sempre dopo,
scelleratamente.
Comunque  
comunque anche se non ce l’avete
nel vostro programma
di elettrodomestici,
ma che siete lavatrici lavapiatti
o frigoriferi? almeno una domanda
adesso dovreste farvela.
Come ha fatto Gesù Bambino
solo soletto sulla croce
pè strada, magari scambiato così piccolo
così piccoletto pe na statuetta,
come ha fatto ad arrivà a compie
un anno de vita
senza magnà?
E de magnà voi siete pratici
 o meglio maestri
non siete forse gli stronzi
magnaccioni,
i magna magna del cesso?
Adulti de merda
veniva ogni tanto ad allattamme
na lupa pietosa che s’arrampicava
sulla croce
e m’allattava.
Forse,
siamo a Roma,
forse era la stessa lupa
che aveva allattato Romolo e Remo
chissà?
Ma le pie donne
che dovevano stà a vegliamme
ai piedi della Croce
dove cazzo stavano
a prenderlo in culo
in chiesa, nella chiesa di Pietro,
invero nel cesso
nella stalla nel pozzo
o nel fosso?
Certo lì pè strada
ho imparato de tutto
e tutto da solo;
parlo romanesco
stando lì pè strada
a cielo aperto…
Io sò la strada adesso,
er popolo
e combatto meio
de n’antico romano
che vinceva sempre
tra le scimmie.
Io c’ho pure
il sesto senso
l’anima.
E a proposito dell’anima…
li mortacci vostra 
pie donne,
volete che io interceda verso la Madre
verso Dio affinchè accolga
le vostre preghiere?
Continuate pure a pregà
con le vostre litanie
da disco rotto!
Sapete che ve risponno?
Leggete bene er titolo
de questa Poesia
de Gesù
de Gesù bambino
imparatelo  a memoria        
e diffondetelo in chiesa
nella chiesa di Pietro,
il tontolone del gruppo,
er primo della classe
dei tonti, il fedele
che se il maestro s’allontanava
un momento
lo sostituiva. E fatemi sapere.
Per adesso
per adesso a nome e per bocca
di Dio
attaccateve pure al tran
pie donne.


(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI . Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



Nessun commento:

Posta un commento