domenica 24 gennaio 2016

PARLA IL PRINCIPE. SVELARE IL MISTERO SPIEGANDO IL SENSO MANCANTE DELLE RELIGIONI CHE PERVERSAMENTE INFESTANO IL PIANETA TERRA, SIGNIFICA SVELARE IL MISTERO E SPIEGARE IL SENSO MANCANTE DEL MONDO NEGATIVO INVERTITO, IL SENSO NEGATIVO INVERTITO DEL MONDO ALLA ROVESCIA…IL NON SENSO



La Cultura dell’Universo è molto chiara e precisa sull’argomento, e non lascia alcun dubbio sul perché - in un pianeta rimosso dall’Universo e isolato nel deserto cosmico determinato dalla fine del secondo universo della Triade universale: l’Universo negativo invertito caduto in prescrizione per effetto della realizzazione dell’Universo uno unico e indivisibile e assegnato alla Cancellazione (invero in base alla letteratura della Teoria dell’Articolazione, la quale  per effetto del Principio unitario della Realtà si distingue in tre universi distinti e contrapposti determinanti ciascuno il proprio ambito di governo e di genesi: Originale neutro-progettistica,  Negativo invertito-realizzazione alla rovescia del progetto e Positivo rivoluzionario-correttiva del progetto originale recuperato e realizzato in senso corretto) – sul perché dicevamo “si nasca soltanto per invecchiare ammalarsi e morire senza senso e ragione”, condizione pro tempore essenziale del mondo simulato della Terra, cioè del mondo alla rovescia,   correggibile mediante la disconnessione dall’Ordine cosmico negativo invertito ex universo omonimo – ossia come si è pocanzi spiegato il deserto cosmico che, isolandolo, circonda il pianeta Terra  -   simultanea alla connessione del pianeta Terra all’Universo uno unico e indivisibile.
Sul tema religioni non ci sono problemi nell’individuare nel paradosso della religione che vigendo esclusivamente sull’inesistenza dettata dalla mancata presenza, dall’assenza  di un Dio “creatore del mondo, delle creature e  di tutte le cose”, ne afferma invece paradossalmente non solo l’esistenza ma l’onnipresenza relegata nel chiuso del tempio, basando su tale paradosso la propria usurpazione fisiologica e tacciando la Suprema Entità Divina di  immaterialità invisibile e intangibile e dunque Spirito, negandone pertanto di fatto l’esistenza infestandola e usurpandone platealmente ogni funzione.
E poiché la stessa cosa è avvenuta e avviene in ogni altro comparto dello scibile negativo invertito, non ci sono dubbi sullo stato di fatto capovolto, negativo invertito, in cui perfettamente privi di coscienza e di sensibilità fisica versano sul pianeta  i suoi abitatori con sembianze umane, anch’essi perfettamente negativi invertiti, rovesciati, a testa in giù, sotterrati.
Premesso che scientificamente l’esistenza della Suprema Entità Divina è l’unica cosa certa e inoppugnabile, scientificamente provata e provabile (basta guardarsi intorno senza neppure misurare e pesare anche nell’attuale  desertica situazione materiale), mentre tutto il resto è opinabile e connesso al fatidico “mistero” dettato dall’ignoranza totale e generale.
E’ sufficiente il seguente esempio da introdurre come primo insegnamento, ancora prima delle scuole elementari negli asili. Poiché l’unica certezza su cui si basa l’esistenza del pianeta Terra è la morte, e tutti i suoi abitatori sono certi di morire ma di nient’altro e tanto meno di nascere, e poiché morte significa inderogabilmente scientificamente inesistenza, l’inesistenza risulta la natura del pianeta da cui tra origine ogni mistero, ovvero ogni ignoranza…c’è soltanto una certezza scientificamente provabile in ciascuno. L’io individuale. La cosa considerata più astratta. Il pensiero: in ogni persona fisica uno unico e indivisibile; tant’è che non è dato di sapere all’infuori di se nulla del pensiero altrui, neppure  e tanto meno se mai esistente o no. Il pensiero, tramite il quale tutto esiste e senza il quale nulla esisterebbe. Tutto il resto, il mondo dei fenomeni fisici, non è che una proiezione del proprio pensiero. Come raffigureremmo perciò l’esistenza  indiscutibile della Suprema Entità Divina se non nella Psiche che presiede ad ogni singolo pensiero individuale? Ossia nella MENTE, nella MADRE MENTE, nella MENTE UNIVERSALE?
E a chiunque di voi mi porrebbe ora la doverosa domanda proveniente dal proprio io, vale a dire dal proprio pensiero se mai esistente : “Ma se era così semplice, come mai nessuno ce lo ha mai detto?”, altrettanto doverosamente io non potrei che rispondere: “Mistero”. Ossia…IGNORANZA! La vostra immane crassa ignoranza causata dal Flagello del Terzo Millennio: l’Analfabetismo intellettuale!”.
Era il vostro pensiero che doveva suggerirvelo, cazzo! E, ricazzo! Se mai voi… se mai voi possediate un pensiero, un vostro pensiero, il vostro pensiero!  
E questo, DIMOSTRABILE esclusivamente nella CONOSCENZA,   soltanto a voi è dato di sapere e a nessun’altro; ed è a voi che è dato di dimostrarlo e a nessun altro, eccetto che alla Madre Sublime, la Suprema Entità Divina…la Psiche universale!
E’ stato perciò oggi esaurientemente spiegato il perchè la Cultura dell’Universo definisce TEMPI DELLA GRANDE APPARENZA i tempi del Primo Cristianesimo (Cristianesimo Originale Neutro-Progettistica) e TEMPI DELLA GRANDE CONOSCENZA gli attuali tempi dell’APOCALISSE, vale a dire i tempi dell’Universalesimo, il  Cristianesimo realizzato dopo il Cristianesimo Negativo invertito…l’Anticristianesimo che in conformità al Principio unitario della realtà aveva realizzato all’inverso la progettistica cristiana.
 
 

 (S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook
It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



Nessun commento:

Posta un commento