giovedì 7 gennaio 2016

OSCURI PRESAGI






Thriller confezionato secondo i tragicomici risvolti cinematografici pervasi di esoterismo mistico di moda nel cinema degli anni 90’, OSCURI PRESAGI è un film  del 1991 diretto da Nicolas Roeg e interpretato da Theresa Russell, Mark Harmon, Will Patton e James Russo.
Theresa Russell, attrice americana piuttosto nota in quegli anni, è Marie sposata con Alex, un medico, e ha una relazione clandestina con un altro medico, Daniel, anche lui dottore e sposato -  il che fornisce immediatamente l’idea del buco nero incapace di uscire all’esterno, fuori da se medesimo, buco nero e voragine dello spazio finito, vale a dire finito, caput, morto e sepolto – perfino nel dettaglio che costituisce l’idea malsana del filmato che  i due amanti per stare definitivamente insieme decidano di confessare ai rispettivi coniugi la relazione: decisione rispettata ovviamente soltanto a metà, dando il tempo alla tragedia di arrivare permettendo alla bufala cinematografica di rispettare i termini della propria durata.
Investito da un motoscafo mentre allegramente  nuota nel mare di Acapulco, Alex muore. Invero sembra che muoia, perché il giorno dopo in obitorio il suo corpo non c'è più, e scompare e ricompare più tardi, in albergo, stanco e debilitato da una specie di morte apparente non meglio identificata. Il resto del film è fatto di visioni di Madonne,  segni premonitori e confusi miracoli vari, dai quali emerge colossale la bestemmia destinata all’immagine sacra della Madre del Dissacratore del Tempio delle Copie conformi e del ricalco.
Roeg regista, a quanto ci riferiscono i Tolomeo addetti ai lavori,  non è un mistico ma un originale il cui vecchiume “originale”, fatto e strafatto, non si sa bene da dove provenga, il che significa che lo si sa benissimo utilizzando la magica lente d’ingrandimento che abbisognerebbe ai cecati intellettuali in un contesto di Copie conformi. E – ci riferiscono i Tolomeo della critica -  che a volte quest'originalità si converta in grande cinema e a volte no,  non è neppure un dettaglio ma la regola generale, la regola fissa fattasi  sistema del mondo delle Copie conformi e del ricalco in cui una copia vale l’altra e la copiatura conformizzata e conformizzante del pluralismo becero dilaga allegramente nella reiterazione quotidiana, oltre che nel “magna magna”, anche nel “copia tu che copio anch’io”.
La Criminalità consuetudinaria, socialmente organizzata presso ciascuna Nazione nella peggiore forma possibile di ordine sociale, e pertanto e/o di conseguenza governata, amministrata, legiferata, giudicata, rappresentata, dai peggiori Aborti e rifiuti umani estratti per campione dal Campionario perverso delle Copie conformi e del ricalco  perfettamente incapaci di intendere e di volere nell’esercizio delle proprie funzioni eccetera eccetera eccetera…sorride.
Come, in quanto beata, sorride beatamente anche la Madonna, anzi nel nostro caso BEFFARDAMENTE nel Suo prendere in giro tutti i miracolati con Lei indebitati fino all’osso in attesa della resa dei conti: la DISINFESTAZIONE GENERALE DELLA VECCHIA TERRA!  Auguri…
La trama del film prosegue nel: “C'è un fantasma nel letto della cara mogliettina, il quale fantasma sembra ancora fatto di carne e di ossa. Il marito muore, anzi è già morto, forse; amleticamente forse, perché mentre lei si sta apprestando a  lasciarlo confessandogli che sta con un altro medico, siamo perciò in qualche modo rimasti fedeli, se non altro al contesto, un medico vale l’altro! E forse, soprattutto perché il marito torna sotto forma di un fantasma terribilmente e fisiologicamente concreto. E la crisi mistica (anche se l’adultera se la spassa allegramente con l’amante, mentre il finto fantasma  sputa letteralmente sangue al posto della Madonna), rivestitasi miracolosamente e irreversibilmente di happy end, precipita nella voragine senza via d’uscita dei miracoli e della conversione.
Per concludere, dopo gli auguri, un consiglio. Studiate attentamente le Leggi della Suprema Entità Divina. La maggior parte delle Copie conformi, ossia la maggior parte di voi, detratte le spese di sopravvivenza mensile dignitosa umana personale e della vostra famiglia,  non ha un reddito reale, per cui non risulterebbe individualmente morosa nei confronti della Massima Autorità dell’Universo sul pianeta Terra, ma lo diviene per soggezione e complicità con le classi ricche e abbienti che doverosamente, anzi obbligatoriamente, vi compete sollecitare a saldare il proprio debito prima della Disinfestazione generale del pianeta.   
 
 (S.V. “IL CINEMA SECONDO LA CULTURA DELL’UNIVERSO – Recensioni cinematografiche - ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo”. Pinterest/Pin It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte) 


Nessun commento:

Posta un commento