martedì 15 dicembre 2015

ATTI STORICI. LOTTERIE TRUCCATE O FUMO NEGLI OCCHI?



 

Nel Paese Campione, nella “corsa ai sei” vince lo Stato di Usurpazione, nelle cui tasche secondo le stime risalenti a circa un mese fa dell’anno x sono finiti, al netto,  55 e passa milioni di euro, (e quanti sono oggi?)  mentre gli autovelox vengono truccati dai comuni nel Casertano con 200 persone indagate e, per carceri sovraffollate, un detenuto va risarcito perché per la Corte Europea dei diritti dell’uomo, è inumano e degradante vivere in 2,7 metri quadrati  mentre, secondo la predetta Corte amante di  più vasti spazi, il minimo dovrebbe essere di 7 metri, per cui nel Paese Campione si prospettano per il prossimo futuro, anche i metri quadri truccati.
Nel frattempo, gli operai sulla gru non mollano: alla Innse di Milano si protesta contro lo smantellamento che il nuovo proprietario, evidentemente amante della pasta al dente,  giustifica spiegandone al contempo l’acquisto: “Sono stato fregato. Macché gioiello, è un carrozzone decotto”.   .
Come quello delle lotterie, nell’arraffa arraffa generale venduto dallo status quo dell’a e del per (delinquere) ai privati, per il quale si dice sia  in corso una vertenza giudiziaria con cifre a sei zero?
Adesso i sogni arrivavano più spesso, perché si sperava  che nonno in carriola  o la nonna buonanima o lo zio morto prematuramente in un incidente stradale, ti dettasse la sestina vincente: e comunque alla fine il sei è uscito e, per buttare un po’ di fumo negli occhi, chi lo ha indovinato è stata una schedina di due euro che, suggeriscono  i maligni, sarebbe stata giocata dalla stessa gestione titolare dell’appalto della superlotteria.
Ma via, non bisogna pensare sempre male, anche se il male – nel Mondo del Male Perfetto – non può che essere ovunque.   Anche nei sogni.
Pensi ancora che faccia parte del mucchio? Ti sbagli ancora. Nel sogno papà aveva messo una mano alla vita di mamma, le aveva sorriso e tutto era tornato come prima. Come prima che tu sognassi che in cucina, dopo aver  bevuto il caffè che mamma gli aveva portato, e dopo aver posato la tazza vuota sulla tavola, papà le aveva staccato la testa con un fendente del coltellaccio che aveva afferrato sulla tavola accanto alla tazza.
Sono contento, papà, sono contento mamma, per il braccio intorno alla vita e il sorriso, naturalmente, non per il fendente.
Così, rasserenato, avevi dormito senza sognare fino a un’ora tarda. Saranno state le undici del mattino e ormai per la scuola non avresti più fatto in tempo.
Tuttavia, avresti avuto tutto il tempo per l’osservanza del governo diretto creativo ed educativo della Suprema Entità Divina sulla Terra, e precisamente della Legge Madre del 25 Dicembre dell’Anno di Cristo 2013, Primo Natale della Madre e del Figlio, e delle successive leggi universali planetarie ad oggi – 15  Dicembre del 2015 -  nn.1, 2, 3,4,5, 6, 7,8,9,10 e 11. Cominciano a diventare un bel numero!
Ma la tua ignoranza è talmente crassa e proporzionata alla tua immane menazione cerebrale che sicuramente non sai neppure di cosa stiamo parlando. Giusto?  
Eppure sono passati esattamente…quanti anni, quanti giorni, quante ore, quanti minuti primi, quanti minuti secondi, quanti minuti terzi? Bè, di minuti terzi non ne parliamo al momento, perché i minuti terzi riguardano l’Oltre, il Prosieguo dello spazio e del tempo verso l’Infinito.    
 

(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata  – ” A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo”. Pinterest/Pin It.: “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte) 

Nessun commento:

Posta un commento