venerdì 20 novembre 2015

PARLA IL PRINCIPE. IL TRIONFO DELL’UTOPIA. LA CULTURA DELL’IGNORANZA HA FATTO IL PROPRIO TEMPO E LA CULTURA DELLA CONOSCENZA IMCOMBE. LA BARACCA TRABALLANTE DEI RICCHI E DEI POVERI E’ ARRIVATA AL PROPRIO CAPOLINEA. LO SCIBILE NEGATIVO INVERTITO E’ GIUNTO ALL’OMEGA. I FATTI DI PARIGI E LE REAZIONI SUCCESSIVE EVIDENZIANO LA GRAVISSIMA PATOLOGIA MORTALE CHE AFFLIGGE IRREVERSIBILMENTE BLI ABITATORI CON SEMBIANZE UMANE DEL PIANETA TERRA: LA SINDROME DEL TEMPIO, L’ANALFABETISMO INTELLETTUALE, OVVERO LA CRIMINALITA’ CONSUETUDINARIA SOCIALMENTE ORGANIZZATA PRESSO CIASCUNA NAZIONE NELLA PEGGIORE FORMA POSSIBILE DI ORDINE SOCIALE, E PERTANTO E/O DI CONSEGUENZA GOVERNATA, AMMINISTRATA, LEGIFERATA, GIUDICATA, RAPPRESENTATA DAI PEGGIORI ABORTI E RIFIUTI UMANI ESTRATTI PER CAMPIONE DAL CAMPIONARIO PERVERSO DELLE COPIE CONFORMI E DEL RICALCO, E PERTANTO E/O DI CONSEGUENZA PERFETTAMENTE INCAPACI DI INTENDERE E DI VOLERE NELL’ESERCIZIO DELLE PROPRIE FUNZIONI DI CUI INFATTI GIURIDICAMENTE NON RISPONDONO SIA DELLE AZIONI CHE DELLE OMISSIONI COMPIUTE. QUESTA E’ LA DIAGNOSI PRONUNCIATA DALLA SUPREMA ENTITA’ DIVINA E LA TERAPIA E’ OFFERTA DALLA LEGGE MADRE E DALLE DIECI LEGGI SUCCESSIVE CHE EVINCONO IL GOVERNO DIRETTO CREATIVO ED EDUCATIVO ESERCITATO SUL PIANETA TERRA DALLA MASSIMA AUTORITA’ DELL’UNIVERSO.



Attentati di Parigi, ragazze musulmane aggredite a Bologna: “Insulti, sputi e velo strappato. E’ come il dopo 11 settembre”
Emilia Romagna. La comunità islamica denuncia episodi di intolleranza dopo gli attacchi dei terroristi in Francia. Nel mirino tre giovani, tutte studentesse universitarie: "Un signore mi ha gridato: dovete tornarvene a casa, voi e le vostre guerre di merda". Una di loro: "Siamo stanchi di doverci dissociare da qualcosa che né io, né la mia religione condividiamo: l'Isis. Il terrorismo non ha nulla a che fare con noi"
Siamo tornati al dopo 11 settembre – racconta il coordinatore della comunità islamica Yassine Lafram a ilfattoquotidiano.it – Per strada molte persone che fanno parte della nostra comunità, specie le donne perchè le più deboli e indifese, vengono aggredite verbalmente,  e non solo”. A Melania, che ha 22 anni e studia all’università, hanno strappato il velo: “Sono stata aggredita da una donna – spiega – Mi ha insultata, dicendomi che noi appoggiamo l’Isis, che siamo sempre noi a rovinare tutto. E poi mi ha strappato il velo dal capo”. Una terza ragazza, di 19 anni, chiede di rimanere anonima, ma racconta: “Mentre passavo per la stazione di Bologna, mi trovavo nel sottopassaggio quando un uomo mi ha guardata malissimo, e poi mi ha messo la mano davanti, tutto impaurito, per farmi passare pensando che fossi piena di esplosivo. Quando salgo in autobus, poi, non ne parliamo: mi guardano come se fossi scesa da Marte, c’è addirittura chi ha paura di salire o se è già a bordo scende precipitosamente dall’autobus!. Ci prendono per kamikaze, credono che gli arabi, gli islamici, i maomettani, siano tutti delle bombe che camminano! Ma si può vivere così?”
IL DELITTO DELLA CROCE. Bologna, la presidente di quartiere: “Dopo la strage di Parigi le scuole espongano il crocifisso”
Questa la lettera sul Delitto della Croce di Ilaria Giorgetti - presidente del quartiere Santo Stefano e papabile candidato sindaco - ha monopolizzato i lavori del consiglio comunale. Merola: "Identificare un popolo con una religione è una cosa che appartiene al Medioevo". La controreplica del centrodestra: "Allora il primo cittadino esponga il simbolo dell'ideologia illuminista: la ghigliottina".
Mali, attacco jihadista al Radisson di Bamako: “Almeno cinque morti”. Blitz delle forze speciali: liberati 80 ostaggi dai sequestratori perché sapevano recitare il Corano.
Un commando armato di jihadisti ha attaccato l'albergo con armi da fuoco e granate, prendendo in ostaggio 170 persone. Le forze speciali hanno effettuato un blitz nella struttura, e 80 ostaggi sono stati rilasciati dai sequestratori perchè hanno dimostrato di saper leggere il Corano. Un esponente della stampa italiana, vale a dire della Cultura dell’ignoranza e dell’analfabetismo intellettuale professionistico del Paese campione: “Scusate la mia ignoranza, ma io non sapevo nemmeno dove fosse il Mali”. Scusate la mia ignoranza perchè non so dove sia il Mali? E nessuna scusa, nessuna scusa per non sapere un cazzo di niente, tanto da non sapere nemmeno che tu non sai un cazzo di niente per il semplice motivo che tu non capisci un cazzo di niente?
La Cultura Bassa della Terra, la Cultura dell’Ignoranza, la Cultura del Tramonto, la Cultura dell’Omega, è – come lo stesso Omega – un maleodorante pozzo melmoso senza fondo, un Buco nero da dove non c’è ritorno.  
Ed eccole le adeguate e rassicuranti misure di sicurezza occidentali. Nel mondo del calcio, le prossime partite verranno precedute dall’osservanza di un minuto di silenzio e dall’esecuzione della Marsigliese, per solidarietà e in onore delle vittime di Parigi: non si sfugge dal rituale perverso della Sindrome del tempio, l’Analfabetizzazione intellettuale, la Criminalità consuetudinaria socialmente organizzata presso ciascuna Nazione nella peggiore forma possibile di ordine sociale, e pertanto e/ o di conseguenza eccetera eccetera.
Quindi, se il governo, il parlamento e ogni potere delle sedicenti democrazie occidentali (democrazie negative invertite vale a dire antidemocrazie), le dittature pluraliste sintomatiche,  sono in mano a degli idioti,  chi credete che li abbia eletti, degli esseri dotati di intelligenza o delle copie conformi, degli idioti come loro che li hanno scelti come proprio campione? E i parimenti idioti che governano, legiferano, giudicano, amministrano, rappresentano, in medio oriente?
Sulla Terra gli unici esseri umani, cioè esseri intelligenti dotati di intelligenza e non di mera memoria artificiale come le vostre macchinette, sono i bambini prima che subiscano il lavaggio del cervello e vengano fatti abortire;  ma purtroppo i bambini non votano ne influiscono in alcun modo nell’ascesa al potere degli adulti deficienti. 
E adesso aprite bene gli occhi!  In questa mia mano chiusa a pugno è la vita, la vita che voi chiamate Utopia,  e nella vostra la morte che voi chiamate vita, ma che è la vera utopia perché la morte non esiste, è la non esistenza. E allora, cari aborti e rifiuti umani della Terra, voi cosa scegliete?
 
(S.V. “NOTIZIE DALL’UNIVERSO E DINTORNI – Rubrica d’Informazione avanzata – “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli  http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Twitter: “Sergio Valli @Universalesimo. Pinterest/Pin It. “Bacheca: Blog di Sergio Valli”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



Nessun commento:

Posta un commento