martedì 31 dicembre 2013

GIULIETTA AFFACCIATA AL BALCONE


Il mio ultimo pensiero
della notte
e il primo del Nuovo Anno
sono per te, mio amore appassionato
dei giorni feriali.
Il mio pensiero ultimo
e il primo,
Giulietta…




DIRETTA LIVE (S.V. “PENSIERINI DELLA BUONA NOTTE   – Poesie per Sognare – “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)

CAPODANNO NEL NERO


Avevano deciso di accendere tutte le luci a mezzanotte, ma non erano andati a controllare e così, in attesa della mezzanotte,  erano seduti davanti al televisore di casa a guardare i programmi d'intrattenimento di Capodanno.
Quella rimbambita di Annamaria, sbracata sul divano, ammazzava il tempo  accarezzando un gattone di peluche senza riuscire a concentrarsi su ciò che scorreva sul televisore.
Il suo fratellino più piccolo, si stava abbuffando di cioccolato sforzandosi di rimanere sveglio. I suoi amici bevevano invece vodka insieme agli adulti, i loro genitori naturali o acquisiti da famiglie allargate e i loro amici e parenti tradizionali o allargati,  e si divertivano alla grande.
Loredana la Bella faceva la sexy, lanciando occhiate assassine ai maschietti (è così che lei le definiva scherzandoci sopra), anche  rivolgendole ai più grandi e perfino ai vecchietti. 
E Annamaria era sicura che tutti quei maschietti,  con in prima fila i vecchietti, non aspettavano altro che il momento propizio per baciare Loredana la Bella, e magari allungare la loro mano morta per darle una tastatina qua e là, anche se l’ambiente non era dei più romantici, ma poteva migliorare con la mezzanotte.  
E poi arrivò lo sniffo. “Chi ne vuole un po’?”. E tutti corsero a farsi la loro bella fiutata, i giovani per far vedere che erano adulti e gli adulti che erano giovani; ma soprattutto tutti, sia giovani che adulti,  ci tenevano a mostrarsi moderni.       
A quel punto, in prossimità dell’ora fatidica,  i programmi alle televisione si facevano sempre più noiosi e i ragazzi formarono le coppie e cominciarono ad appartarsi, tanto nessuno li controllava perché gli adulti facevano la stessa cosa. Si prospettava una gran bella ammucchiata per la mezzanotte.
La musica era alta e assordante quando, contando come da tradizione i minuti alla rovescia, cominciarono a cercare gli interruttori per accendere tutte le luci di casa.
E fu allora, praticamente proprio allo scoccare della mezzanotte, che ci fu il blackout provocato, pensarono,  da un cortocircuito, e rimasero al buio.
Imprecazioni, schiaffi di donne importunate rifilate probabilmente a casaccio,  come d’altra parte a casaccio le arano arrivate le palpate e qualcos'altro.
Le imprecazioni si facevano sempre più alte. Cazzo qua e cazzo la, merda qua e merda la, un gran casino di oscurità e di parolacce.  
Tornarono i volontari che erano andati a cercare il cortocircuito per aggiustarlo e dissero che non c’era niente da fare. Non si trattava di un guasto in casa, probabilmente tutta la zona era la buio.    
E fu così che, nel buio,  arrivò il nuovo anno.

                             Auguri...

DIRETTA LIVE (S.V. “RACCONTI”  –  A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)





lunedì 30 dicembre 2013

L’UNICO RUMORE E’ IL SILENZIO




Nell’ultimo capodanno
la notte
è squarciata dai lampi,
ma non si sentono ne i tuoni
ne il ticchettio della pioggia
sui  tetti.
L’unico rumore
è il silenzio.
Un oscuro uccello notturno
vola carezzando le tenebre
con la sue ali bianche
da luminosa farfalla del giorno.
E’ un pipistrello albino,
una rarità
tra i vampiri volatili.
Gli amanti del sorvolo
e dei succhiatori di sangue
escono dal chiuso ermetico
della propria fossa,
per ammirarlo. 
Tu, bellezza, ti rifuggi tra le mie braccia
e ora sei qui, al sicuro,
dove lo splendore è in diretta
e non vi è registrazione,
riflesso, eco, memoria,
ma il tutto è splendente
di luce propria, dal vivo;
e qui, la tua musica, il tuo canto
d’amore, è armonia…
come i tuoi occhi di stella
lucente,
il tuo corpo di morbida carne,
le tue mani di fata,
le tue labbra
sorriso.
La notte è squarciata dai lampi,
ma non si sentono ne i tuoni
ne il ticchettio della pioggia sui tetti.
E neppure…
ora che tu sei qui
tra le mie braccia…
il rumore del tardo silenzio.
L’unico suono è il tuo canto
armonia…
  


DIRETTA LIVE (S.V. “PENSIERINI DELLA BUONA NOTTE   – Poesie per Sognare – “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)



TRA LE RAFFICHE E IL VENTO




Chiunque che sia una metafora dotata di respiro
si scopre oscillante
e il suo normale ruotare su se stesso,
sul proprio asse, 
ne viene in parte turbato.
Ora, immaginiamo che tale turbolenza
di raffiche e di vento
si definisca talvolta amore;
e allora succede che tu,
donna bellissima dei miei sogni,
ti creda innamorata di qualcuno,
uno qualsiasi di quegli orribili sgorbi
che ti vivono accanto,
mentre in realtà sei innamorata persa
per il tuo Principe. Proprio così, amore mio sognante,
tu sei perdutamente
innamorata di me. Per sempre.
E allora succede che devo fornirtene
la prova certa,
inequivocabile come la tua e la mia, come la nostra…
bellezza; 
e dunque che ti faccio?
E’ inevitabile: mi faccio per te
una immensa osmosi vivente,
vibrante di impetuose raffiche oceaniche
e di vento caldo del sud…
e allora dove scappi?
Sei qui, tra le mie braccia, a cuore aperto,
senza difese, e non ti sei ancora
addormentata, ma mi guardi negli occhi
e mi sussurri ancora… 


 DIRETTA LIVE (S.V. “PENSIERINI DELLA BUONA NOTTE   – Poesie per Sognare – “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)




IL BUIO CHE ARRIVA DAL MARE




Poco prima del tramonto
ti viene incontro minacciosamente
impalpabile
come la nebbia fumosa
che ti sorge ostile
dagli inverni sui laghi.
Vorresti scacciarla con la mano protesa
aperta nel vuoto.
Vorresti trattenerla, catturarla,
per imprigionarla nelle tue mani
e spazzarla via
soffiandoci sopra come un dio greco
dei venti.
Ma come un dio dell’amore
vorresti che quella nebbia impalpabile
si tramutasse per te
in carne e sangue e bellezza
di ninfa delle acque di mare.
Il cielo coperto di nuvole rossastre
e di sfumature azzurro profondo
e dei riflessi luminosi del sole
al tramonto…
si fa specchio nell’alto.
Nel basso,
la tua ninfa impalpabile
si fa carezza carnosa
e sangue ardente che pulsa  
con le ultime acque di mare
sulla riva sabbiosa,
dove al sorgere della luna
i suoi piccoli piedi lasciano
impronte fatate d’argento.   



DIRETTA LIVE (S.V. “PENSIERINI DELLA BUONA NOTTE   – Poesie per Sognare – “ A full rights reserved Copyright © by Collezione Opere di Cultura dell’Universo, di Letteratura, Scienze e Scrittura creativa. Vetrina: Blog di Sergio Valli    http://vallisergio.blogspot.it/  Official Page Facebook: “Sergio Valli Roma”. Archivio: www.Radioland.it  N.B. E’ ammessa la riproduzione anche parziale dei testi purchè ne venga citata la fonte)